Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport ed eventi - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport ed eventi

Volevano incastrare Woodcock

Più informazioni su

Avrebbero ordito un complotto contro il magistrato. Con una lettera anonima denunciarono l’ex pm di Potenza, attualmente in servizio a Napoli, accusandolo di passare informazioni ai giornalisti Federica Sciarelli e Michele Santoro.


Da queste circostanze ha preso le mosse l’inchiesta Toghe lucane bis. Sulla vicenda ha indagato la Procura di Catanzaro, escludendo le responsabilità che anonimi attibuivano a Woodcock.


Ed è su queste circostanze che la prossima settimana verranno ascoltati, alla Procura di Catanzaro, i quattro magistrati conivolti nell’indagine. I magistrati calabresi, Borrelli e Rossi ascolteranno i colleghi Vincenzo Tufano (ex procuratore della Repubblica di Potenza attualemente in Pensione, Gaetano Bonomi e Modestino Roca (sostituti procuratori a Potenza) e Claudia De Luca, ex pm di Potenza.


L’inchiesta Toghe Lucane bis, coinvolgerebbe alcuni ufficiali di polizia giudiziaria, un ex agente del Sisde Nicola Cervone, un cancelliere della Procura di Potenza, un autista e un imprenditore. Agli indagati vengono contestati, a vario titolo, i reati di associazione per delinquere, violazione della legge sulle società segrete, corruzione in atti giudiziari e abuso d’ufficio. A supportare le tesi dei magistrati calabresi ci sarebbero alcune intercettazioni telefoniche.

Più informazioni su