Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport ed eventi - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport ed eventi

Salta Scuotto all’Atletico Potenza

Più informazioni su

L’attaccante era in trattativa contemporaneamente anche con il Real Tolve e ha cercato di accasarsi al miglior offerente. L’Atletico si è sottratta all’asta.

Sembrava tutto fatto e invece il colpo di scena. Livio Scuotto non firma con l’Atletico Potenza e passa al Real Tolve. L’intrigo viene spiegato dal comunicato stampa apparso sul sito della società, che riportiamo fedelmente.

“Più di 500 click per la notizia pubblicata ieri (giovedì 1 dicembre 2011) su atleticopotenza.com con cui la società ha annunciato l’inizio delle operazioni di mercato per la sessione invernale. Peccato però dover far marcia indietro e a distanza di poche ore smentire a sorpresa uno dei nuovi acquisti. Di seguito il comunicato ufficiale.
L’ASD Atletico Potenza smentisce e rende nota pubblicamente la sequenza dei fatti in riferimento alla notizia relativa all’acquisto dell’attaccante Livio Scuotto, pubblicata nelle ultime ore dall’ufficio stampa e da altre testate giornalistiche. Il tesseramento di suddetto giocatore si sarebbe dovuto sancire con acquisizione del relativo cartellino nella giornata odierna, dopo che di comune accordo lo stesso aveva presenziato allo stadio “Viviani” (ieri ndr) per sostenere il suo primo allenamento. E’ con assoluto rammarico però, che all’atto ufficiale del nero su bianco la dirigenza rossoblu abbia preso atto di un ambiguo gioco al rialzo di cui il calciatore si è reso abile protagonista. Curioso il fatto – smascherato senza timore di rettifica – come sempre Scuotto fosse in “trattativa” fino all’ultimo con un’altra realtà, con la quale da oggi proseguirà la carriera: il Real Tolve. Nel formulare i migliori auguri, la società sottolinea che tale ingiustificata condotta poco attiene ai valori e il modo d’agire caratterizzanti del lavoro dell’A. Potenza. Pertanto, si è preferito sottrarsi all’asta e rispedire al mittente le intenzioni di far parte della squadra del leone rampante.”

Più informazioni su