Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

L’Italia ha freddo. Temperature sotto zero

Più informazioni su

Italia sotto zero nel primo vero assaggio di inverno. E da stasera – avverte la Protezione civile in un avviso di avverse condizioni meteo – la perturbazione con il suo carico di neve, forti venti e mareggiate si è spostato verso il Centro-Sud. Oggi previste ancora nevicate sull’Appennino lucanoImbiancato il Vesuvio per la prima neve di stagione. Ancora isolate, invece, Alicudi e Filicudi nelle Eolie. Nel resto dell’arcipelago è stato comunque scongiurato il rischio di dovere festeggiare il Natale senza panettone e spumante per lo stop di traghetti ed aliscafi. Prima neve anche in Sardegna, in provincia di Isernia e nell’entroterra imperiese.  Termometri in picchiata ovunque: il record ai 3.500 metri di Pian Rosa, in Valle d’Aosta, dove sono stati toccati -18 gradi; si battono i denti anche a Trento Paganella (-9), a Bolzano e L’Aquila (-4), a Milano, Arezzo, Brescia, Ferrara, Forlì, Treviso e Brescia (-3). E la perturbazione che ormai da qualche giorno sta raffreddando l’Italia, si posizionerà nelle prossime ore sulle regioni centro-meridionali, determinando un generale abbassamento delle temperature con nevicate che potranno raggiungere quote collinari e forte ventilazione. Da oggi previste dunque precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle regioni centrali adriatiche e al sud tirrenico in estensione alla Sicilia. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità…, attività… elettrica e forti raffiche di vento. Si prevedono inoltre nevicate: a quote intorno a 700-800 metri al centro in abbassamento sino a 300-400 metri; a quote intorno a 800-1.000 metri su Molise e Puglia, in abbassamento sino a 400-500 metri; su Basilicata e Calabria a quote al di sopra di 1.000 metri, in estensione alla Sicilia ed abbassamento della quota neve sino a 600-800 metri; gli accumuli saranno generalmente deboli o localmente moderati su Marche, Abruzzo, Basilicata e Calabria. Previsti anche venti, da forti a burrasca sul Nord Est, sulle regioni centrali e sulla Sardegna in estensione alla Puglia e alla Sicilia. Possibili mareggiate lungo le coste esposte. Nevicate si sono registrate ieri a Forenza e Savoia e nel Marmo Melandro. Avvisaglie di neve anche a Pignola. Oggi previste nevicate sull’Appennino lucano seguite ad ampie schiarite.

Più informazioni su