Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport ed eventi - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport ed eventi

Dopo la neve e il gelo imprese in difficoltà

Più informazioni su

“Il perdurare delle eccezionali avversità atmosferiche sta creando danni gravi alle aziende del Materano a causa del blocco della circolazione dei mezzi pesanti che provoca il fermo produttivo”. È quanto dichiara il presidente di Confapi Matera, Massimo De Salvo. Le temperature abbondantemente sotto lo zero, inoltre, in molti casi hanno ghiacciato le tubature dell’acqua e provocato lo scoppio di diversi contatori, con il risultato che alcune imprese sono senz’acqua da alcuni giorni. “A partire da domenica mattina Confapi Matera continua a segnalare criticità che riguardano singole aziende o, più spesso, intere aree produttive, scrivendo al Prefetto, al Sindaco di Matera, al Presidente della Provincia e all’Amministratore Unico del Consorzio per lo Sviluppo Industriale”, prosegue De Salvo. Domenica e lunedì mattina erano praticamente irraggiungibili le aree industriali di Jesce e La Martella e l’area produttiva del Paip. La situazione era particolarmente grave a Jesce, area vicina a Santeramo e Altamura, dove la neve ha raggiunto i livelli più alti. L’enorme accumulo di neve sulle strade e la presenza di ghiaccio ha impedito per lunghe ore l’accesso agli agglomerati, quindi agli opifici, con il risultato del fermo produttivo. Ovviamente, oltre alle strade esterne, statali e provinciali, anche le strade interne agli agglomerati erano impercorribili. In proposito il Consorzio per lo Sviluppo Industriale si è prontamente adoperato, lavorando incessantemente a Jesce e La Martella per rendere raggiungibili gli stabilimenti e percorribili le strade interne. Il Comune ha liberato la strada principale del Paip ma è necessario intervenire anche sulle singole vie che conducono alle imprese ivi insediate. In particolare, Confapi ha segnalato l’urgenza di rendere percorribile via delle Officine a causa della difficoltà dei mezzi dell’azienda VIM di uscire per effettuare le forniture di medicinali alle farmacie. “Il carattere particolare dei prodotti forniti (medicinali) e l’ampiezza dei clienti di VIM, distribuiti in tutto il centro-Sud – ha scritto ieri il direttore Stella al Comune e alla Prefettura -, rende quanto mai urgente un intervento sulla strada di accesso all’azienda in questione”. L’ultima segnalazione è stata inviata stamattina all’Anas, alla Prefettura e al Comune di Matera per la situazione grave creatasi sulla S.S. 99 Matera-Altamura per la presenza di ghiaccio sulla carreggiata. In particolare, nel tratto vicino Matera (nei pressi di Lady Cucine, Valdadige e Ipercoop) uno strato di ghiaccio spesso alcune decine di centimetri rende pericolosissima la circolazione. Anche le rampe di accesso alla città e al borgo Venusio sono ricoperte da ghiaccio e, quindi, di difficilissima percorribilità, soprattutto per i mezzi pesanti delle imprese. Confapi Matera Ufficio Stampa

Più informazioni su