Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport ed eventi - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport ed eventi

Recitazione cinematografica, in Basilicata uno stage con il regista di “Ice Scream”

Più informazioni su

Si terrà sabato 22 aprile dalle 17 presso il Chiostro della Casa comunale di Avigliano la presentazione dello stage di recitazione cinematografica organizzato da MoveArt Facoltà delle arti di Sviluppo Apulia Imprese che sarà tenuto dal regista pugliese Vito Palumbo nel weekend dal 9 all’11 giugno prossimi sempre nella cittadina gianturchiana. Sarà lo stesso Palumbo a presentare al pubblico il programma delle 12 ore intensive di lezione in cui si spazierà in un percorso teorico pratico dal mestiere dell’attore alle tecniche di recitazione davanti alla macchina da presa, senza trascurare il lavoro sulla memoria e sulle emozioni e la preparazione al casting, con la consegna agli allievi, a fine stage di un attestato di partecipazione e di uno showrheel professionale. Argomenti corso: la recitazione cinematografica: cos’è e cosa la differenzia da quella teatrale; il mestiere dell’attore cinematografico: viaggio alla scoperta del linguaggio cinematografico, del set e di tutte le peculiarità proprie del mestiere; conoscenza di sé: bisogni , motivazioni, sogni e aspettative; conoscenza del gruppo: esercizi di fiducia, conoscenza, interazione sociale; analisi e studio del testo: backstory, motivazioni, obiettivi, comprensione; la continuità: come si applica al cinema: esercizi di comprensione e pratica; l’attore e la macchina da presa: come si recita in funzione della mdp; il set cinematografico: figure professionali, la troupe, i ruoli artistici, tecnici e le maestranze; l’attore e la luce: rapporto dell’attore con la luce sul set; psicotecnica e metodo: la memoria emotiva e come evitare i cliché sul set; l’attore e il mondo del lavoro: gli agenti e il casting (come ci si prepara e come lo si affronta). Lo stage si inserisce nel progetto formativo MoveArt costola di Sviluppo Apulia Imprese che si occupa di promozione e sviluppo delle arti performative in generale. «La MoveArt – spiega Gaspare Rizzo, attore e direttore artistico della Facoltà delle arti – organizza in proprio e per conto terzi corsi di formazione rivolti a coloro che vogliono intraprendere un percorso tecnico e formativo nelle varie discipline artistiche, in questo caso, nel settore cinematografico e teatrale, in modo da migliorare le proprie competenze professionali». Alla ricerca di una vera rivoluzione professionale della formazione, MoveArt nasce dall’idea dell’attore Gaspare Rizzo, noto per aver lavorato in importanti progetti quali “Questo è il mio paese” di Michele Soavi, “Nome in codice – Solo” di Michele Alhaique, “Squadra antimafia”, “Braccialetti rossi”, solo per citarne alcuni. Il team di Sviluppo Apulia Imprese, che si occupa di gestione d’imprese e consulenza aziendale, gestione fondi europei ed accesso al credito, corsi di formazione, consulenza tecnica e tutela assicurativa, oltre a Gaspare Rizzo, direttore artistico di MoveArt, è composto da Erica Favia, responsabile Apt, e Fabio Namoini, responsabile. Tra i più stretti collaboratori dell’innovativa facoltà che vuole “muovere (move) le arti” figurano l’attore, regista, docente di recitazione e canto Domenico Tacchio, Leonardo Salvemini, responsabile tecnico audio video, e, per sviluppo Apulia imprese, Grazie Palmitessa. «Con la nascita di MoveArt – spiega Rizzo – viene a crearsi nel panorama del sud una realtà di studio dinamica e altamente professionale, in grado di valorizzare il talento degli artisti, ma anche aiutare chi voglia “solamente” acquisire maggior consapevolezza di se stesso, accrescendo l’autostima personale al fine di affrontare meglio la vita di tutti i giorni». «Dopo il successo dell’esperienza formativa di Monopoli, tenutasi in 3 weekend nel castello Carlo V – precisa Gaspare Rizzo -, abbiamo pensato di proporre il nostro percorso formativo in Basilicata, portando un attore e regista del calibro di Vito Palumbo». Palumbo si diploma come attore presso l’Accademia d’Arte Drammatica “Pietro Scharoff” e come regista e montatore presso il Nuct. Nel 2009, il suo cortometraggio “Ice Scream” è acclamato come corto italiano più premiato al mondo e diventa un film hollywoodiano prodotto da Christian Halsey Solomon (American Psycho, New Rose Hotel) e con protagonisti Laura Harring (Mullholland Drive) e Spencer Treat Clark (Il Gladiatore, Unbreakable). Nel 2015 il suo corto dal titolo “Child k”, prodotto dalla Colorado Film vince oltre 60 premi internazionali, ottiene il riconoscimento di interesse culturale nazionale dal Mibact e vince il premio speciale del sindacato nazionale critici cinematografici italiani ai Nastri D’Argento dello stesso anno. «Il nostro obiettivo – conclude il direttore artistico – è quello di offrire formazione e supporto ai nostri allievi. Fare un corso MoveArt significa entrare nella nostra famiglia ed essere sostenuti ed incoraggiati con competenza al di là del singolo evento formativo».

Più informazioni su