Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport ed eventi - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport ed eventi

Alloggi sfitti in provincia di Potenza, avviati lavori recupero Ater

Più informazioni su

Un programma di lavori di recupero degli alloggi sfitti nei comuni di Bella, Vaglio, Sant’Angelo Le Fratte, Vietri di Potenza, Tito, Tramutola, Satriano, Episcopia e Fardella, nella disponibilità dell’Ater, è stato definito dall’Unità di Direzione dell’Azienda Territoriale per l’edilizia residenziale di Potenza. Ne dà notizia l’amministratore unico Domenico Esposito precisando che si tratta di piccoli interventi indispensabili per consentire di rimettere in locazione secondo gli obiettivi fissati dalla Legge di Stabilità Regionale 2015 alloggi di cui c’è richiesta per la nota emergenza abitativa. In dettaglio le spese ammontano a circa 110 mila euro per Bella, 22,5 mila per Vaglio, 48,5 mila per Sant’Angelo Le Fratte-Vietri-Tito, 70 mila per Tramutola, 50 mila per Satriano, 28 mila per Episcopia-Fardella. L’Ufficio di direzione ha proceduto all’affidamento dei lavori nel rispetto dei principi di trasparenza, rotazione, parità di trattamento, tramite procedura negoziata previa consultazione di almeno cinque operatori economici idonei per le perizie di importo pari o superiore ad € 40 mila e inferiore a 150mila, nei Comuni di Bella e Tramutola; affidamento diretto, previa valutazione comparativa dei preventivi di spesa forniti da almeno 2 operatori economici idonei per le perizie di importo inferiore a 40mila euro, nei Comuni di Vaglio di Basilicata – S.Angelo Le Fratte, Vietri di Potenza e Tito – Satriano – Episcopia e Fardella. Complessivamente gli interventi programmati nel 2017 che riguardano anche altri comuni della provincia di Potenza interesseranno una sessantina di alloggi sfitti oggetto del programma di riattazione funzionale che – spiega Esposito – non è stato possibile portare a termine negli anni passati per mancanza di fondi. L’Azienda, allo stato, gestisce un patrimonio edilizio di circa 6.000 alloggi e circa 500 locali a destinazione varia; gli immobili – sottolinea l’amministratore unico – sono mediamente caratterizzati da vetustà e condizioni di degrado diffuso che comportano la necessità di continui interventi manutentivi, necessari per garantirne la fruibilità. L’amministratore unico dell’Ater ricorda il piano triennale degli investimenti: il programma per l’attività costruttiva ammonta, nel triennio 2017-2019, a 18,7 milioni di euro (circa 12 milioni di euro per il 2017, 5 milioni di euro per il 2018 e 1,5 milioni di euro per il 2019). Di qui l’impegno dell’Ater di movimentare, in relazione alle varie fasi di sviluppo dei programmi costruttivi (progettazione, affidamento, esecuzione e consegna degli alloggi) per complessivi 153 alloggi tra nuove costruzioni e recupero e di procedere all’elaborazione di un ulteriore programma di reinvestimento dei fondi della ex LN 560/93 incamerati dall’Azienda dopo l’ultima programmazione.

Domenico Esposito, direttore Ater Potenza

Più informazioni su