Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Sindaci italiani in marcia per Peppino Impastato

Più informazioni su

Alla manifestazione, in programma il 9 maggio, aderiranno anche gli studenti italiani


 


 “La libertà di espressione è uno dei nostri diritti più preziosi. E’ alla base di tutte le altre liberta’: cosi’ il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ha aperto le celebrazioni per la Giornata mondiale della Libertà di stampa, oggi giovedì 3 maggio. Al Palazzo di Vetro è stato osservato un minuto di silenzio in onore dei 63 operatori dell’informazione morti negli ultimi 12 mesi. Centinaia di giornalisti vengono detenuti e torturati ogni anno: 179 solo nel 2011, il livello piu’ alto dagli anni ’90. 


Ed è nella Giornata mondiale per la  Libertà di stampa che è stata presentata l’iniziativa per ricordare uno dei tanti giornalisti a cui è stata chiusa la bocca per sempre. Peppino Impastato, 30 anni ucciso nel 1978 a Cinisi. Fu trucidato per aver “osato” denunciare ai microfoni della sua radio gli affari dei mafiosi. E allora “Cento passi con la fascia tricolore per ricordare Peppino Impastato” è il titolo che si è voluto dare all’iniziativa per ricordare il suo coraggio. Quei 100 passi (quelli che separano la casa di Peppino Impastato da quella di Gaetano Badalamenti, colui che decise la sua morte) saranno percorsi dai sindaci italiani, con gli studenti, il 9 maggio, per iniziativa di Avviso Pubblico, la rete degli Enti locali contro le mafie, dell’associazione Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato.  

Più informazioni su