Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Fausto Melotti nel ritratto degli amici foto

Più informazioni su

 


Sabato 12 maggio 2012, alle ore 18, nelle Sale della Caccia destinate dal Musma alle esposizioni temporanee, si inaugura la mostra “Fausto Melotti nel ritratto degli amici”, una singolare esposizione che accoglie 30 sculture, 45 disegni, 10 ceramiche, 50 opere grafiche, 12 libri d’artista, oltre a immagini e documenti dal 1928 al 1985, dalle collezioni di quattro amici: l’editore e critico d’arte Vanni Scheiwiller, il pittore-poeta Toti Scialoja e sua moglie, la scrittrice-critico d’arte Gabriella Drudi, lo storico dell’arte Giuseppe Appella.


La mostra rilegge la vita di Fausto Melotti (Rovereto, 1901 – Milano, 1986), raccontando l’arte a Milano e a Roma nella seconda metà del secolo scorso, attraverso l’omaggio di quattro amici che hanno visto segnare la loro esistenza dalla grazia, dall’intelligenza, dal rigore di un artista irripetibile e autentico, che scriveva la propria vita con i doni, spesso personalizzati, che compongono la mostra. Ne emerge una costante frequentazione, uno scambio generazionale che copre quasi tutto il secolo, una assoluta fedeltà nata dalla convinta considerazione di un lavoro unico nel panorama artistico italiano, un intreccio di incontri, passeggiate, cene, viaggi, libri realizzati e da realizzare, mostre, che coinvolgevano Consagra e Calvino, Andrea Cascella e De Libero, Rotella e Sinisgalli, Carlo Belli e De Chirico, Magnani e Raboni, Perilli e Dorazio, Rotella e Franchina, Gatto e Cattafi, Zavattini e Ortega, Bernari e Pierro, Cetrangolo e Assadour, Carla Lonzi e Carla Accardi, Savelli e Penna, Alina Kalczyńska e Giulia Napoleone, Paolo Mauri e Gianluigi Melega, Pizzuto e Giovanola, Pugliese Carratelli e Strazza, D’Arrigo e Sciascia, Maccari e Turcato, Marisa Volpi e Balestra, Bonaviri e Ciarrocchi, Fazzini e Gentilini, Bram van Velde e Messagier.

Più informazioni su