Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Impresa Rabottini

Più informazioni su

Si tinge di tricolore il Pian dei Resinelli. Il giovane Rabottini compie un’impresa d’altri tempi.

La quindicesima tappa della corsa rosa, da Busto Arsizio-Pian dei Resinelli, con i suoi 169 km, incorona il giovane corridore della Farnese che in volata sullo spagnolo Joaquim Rodriguez che, con un grande finale, riconquista la maglia rosa. Quella di Rabottini è un’impresa d’altri tempi. Partito in fuga dopo 18 km dal via insieme al francese Bonnafond, il 24enne abruzzese lascia il compagno di fuga sulla prima salita che porta al GPM di prima categoria del Valico di Valcava. Alle sue spalle, si staccano dal gruppo maglia rosa una decina di corridori a cui si aggiunge nella discesa seguente Damiano Cunego e altri. Il corridore della Lampre prova a riscrivere la classifica generale del giro con quest’azione da lontano. A 50 km dal traguardo la situazione vede avanti Rabottini che ha un margine di 5’20” sul gruppo Cunego, composto di dodici elementi e 8’10” sulla gruppo Maglia Rosa. Al secondo GPM, quello di Forcella di Bura, è ancora Rabottini avanti con un margine di circa 5′ sul Gruppo Cunego che si sfalda nell’ascesa e circa 8′ sulla maglia rosa. Discesa e poi ancora salita verso il GPM di Culmine di San Carmine. Gli inseguitori accorciano le distanze. Rabottini ha 2’47” sul Gruppo Cunego che si riduce a cinque unità, Txurruka, Amador, Pirazzi, Losada. Il Gruppo dei migliori, condotto dalla Liquigas riduce a 5’44” il distacco. Nell’ultima discesa, a 17,5 km dalla fine, Rabottini scivola. Per fortuna il corridore della Farnese non riporta ferite e si rimette in corsa. L’abruzzese inizia l’ultima salita con 2’30” su Cunego e 4’16” sul gruppetto Hesjedal. Nel finale accade di tutto. Prima Pirazzi e poi Losada provano a staccarsi da Cunego e raggiungere Rabottini. Il battistrada sale con il proprio passo ma perde secondo dopo secondo. Intanto il gruppo maglia rosa è condotto dalla Liquigas che imprime un andatura molto forte. Appena l’ultimo dei gregari di Ivan Basso si stacca, attacca Michele Scarponi. Insieme al corridore della Lampre ci sono Rodriguez, Basso e Henao mentre Hesjedal molla. A 1.8km contrattacca Rodriguez che lascia sul posto gli altri tre. Lo spagnolo risale rapidamente e a poco a poco raggiunge Cunego, Pirazzi, Losada. A 400 metri si affianca a Rabottini ma nello sprint finale il pescarese ha la meglio. Ad una ventina di secondi tagliano il traguardo Scarponi e Basso. A 39” arriva Hesjedal che perde la maglia rosa. Male Pozzovivo che arriva con un ritardo di oltre due minuti da Rodriguez.

DOMANI si riposa. Dopo dieci giorni intensi di corsa la carovana tira il fiato prima delle ultime sei tappe. Si riparte martedì con i 173 km da Limone sulò Garda-Falzes. Ultimi 2 km in pianura dopo un salita dalle discrete pendenze con punte del 12% di 4 km circa.

LA CLASSIFICA DI TAPPA: 1. Matteo RABOTTINI; 2. Joaquin RODRIGUEZ; 3. Alberto LOSADA +23”; 4. Sergio Luis HENAO +25”; 5. Michele SCARPONI +25”; 6. Ivan BASSO +25”.

LA CLASSIFICA GENERALE: 1. Joaquim RODRIGUEZ; 2. Ryder HESJEDAL +30”; 3. Ivan BASSO +1’22”; 4. Paolo TIRALONGO +1’26”; 5. Roman KREUZIGER +1’27”; 6. Michele SCARPONI +1’36”

Più informazioni su