Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport ed eventi - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport ed eventi

Sciannimanico a Matera

Più informazioni su

Nella tarda serata di ieri è giunta l’ufficialità della notizia. Un grande allenatore per una piazza importante.

Il presidente del Matera Calcio, Saverio Columella, ha messo il primo tassello per la stagione 2012/2013 della sua squadra con la nomina del nuovo allenatore. Si tratta di Arcangelo Sciannimanico. L’accordo con l’allenatore nato a Loseto nel 1956 è stato raggiunto nella giornata ieri e ufficializzato solo nella serata. La trattativa è stata portata avanti direttamente dal numero biancazzurro che, a suon di fatti, sta mantenendo le promesse fatte sei mesi fa quando è diventato proprietario della squadra.

Un colpo importante per la panchina matera. Sciannimanico vanta un curriculum di tutto rispetto sia da giocatore sia da tecnico. Ha esordito nel calcio che conta nella stagione 1973-74 con il Bari, dopo aver giocato nelle giovanili della società pugliese. In seguito ha vestito le malgie della Sambenedettese, Avellino, Foggia, Reggina, Barletta, Salernitana, Ternana, Mantova e ultima esperienza ad Altamura nella stagione 1991-92.

La sua carriera da allenatore è iniziata a Bari con le giovanili dal 1992. Quasi nove anni, fino al 2 maggio 2001 quando sostituisce Fascetti alla guida della prima squadra in serie A. Non evita la retrocessione in serie B ma viene riconfermato sulla panchina del galletta. La sua avventura nel campionato cadetto dura dieci giornata, poi viene esonerato. Per lui anche un’esperienza all’estero nel 2002 in Ucraina, come vice allenatore di Nevio Scala allo Shakhtar Donetsk. A dicembre dello stesso anno ritorno in Italia e allena il Sora. Poi siede sulle panchine del Legnano, Fermana, Monopoli, Noicottaro, Barletta. Nel gennaio 2011 viene esonerato dal Barletta (Prima Divisione) e un mese dopo viene chiamato per risollevare le sorti dell’Isola Liri (Seconda Divisione girone B). L’avventura in terra ciociara dura pochi mesi. Il 19 aprile dopo la pensante sconfitta contro il Milazzo (5-0) si dimette dall’incarico.

Nonostante le ultime esperienze non certo esaltanti, Sciannimanico resta comunque un grande allenatore per la serie D. Sicuramente la voglia di rivalsa del tecnico è tanta. Sentimento che anima anche il popolo materana che vuole ritornare nel calcio che conta dopo quanto accaduto un anno fa circa.

 

 

Più informazioni su