Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport ed eventi - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport ed eventi

Bruciano il raccolto al presidente del comitato Boscotrecase foto

Più informazioni su

Per loro è un attentato incendiario in piena regola. Non usano mezzi termini i cittadini di contrada Boscotrecase a Picerno per definire l’incendio che, nel pomeriggio di domenica 8 luglio, ha distrutto un intero raccolto di avena. La superficie bruciata è di porprietà della madre del presidente del Comitato Boscotrecase. L’origine dolosa del rogo è certa. Sul posto è intervenuto il comandante della stazione del Corpo Forestale dello Stato di Picerno, il quale, ha potuto constatare la presenza di carta utilizzata per appiccare l’incendio. L’intervento tempestivo di vigili del fuoco e cittadini pronti a domare le fiamme ha evitato che il rogo si allargasse alle abitazioni circostanti. Nella mattinata di lunedì 9 luglio, alle 12,50 circa, il piromane o i piromani sono ritornati sul “luogo del delitto” ed hanno completato l’opera. L’intero raccolto è andato distrutto. Al momento sono in corso indagini dei Vigili del Fuoco e della Guardia Forestale per risalire agli autori dei roghi. Il Comitato cittadino Boscotrecase e l’intera comunità della contrada picernese- si legge in una nota- sono in attesa di conoscere gli sviluppi delle indagini e la punizione esemplare dell’autore del vile gesto”.  Il comitato Boscotrecase costituitosi per riunire tutti i cittadini dell’area e per permettere loro di fare sintesi in relazione a tutte le problematiche che affliggono la contrada, nei mesi scorsi ha espresso parere favorevole, con tanto di ricorso al Tar, alla costruzione di una centrale a biogas a pochi metri da aziende agricole e attività di agricoltura.

 

Più informazioni su