Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport ed eventi - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport ed eventi

Pronti a raccogliere l’eredità di Antonio Distefano foto

Più informazioni su

Giovedi 30 agosto Graziano Accinni in concerto nella cittadina del Melandro. Il concerto è promosso dall’associazione “Antonio Distefano” fondata in memoria dell’ex sindaco di Brienza scomparso lo scorso anno. Giovedì 30 agosto Grazianno Accinni trio si esibirà a partire dalle 21.30 in piazza San Rocco.  

La giovane associazione socio-culturale “Antonio Distefano” conta su più di 300 iscritti e oltre 100 giovani pronti a raccogliere l’eredità civile e morale di Antonio Distefano. “Un’eredità- si legge in una nota- che diventa “azione” attraverso tutte le forme di espressione: dal teatro alla musica sino ai mezzi di comunicazione sociale”. Prima del concerto un talk show condotto dalla giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno, Antonella Inciso. La tradizione lucana delle antiche melodie sarà riproposta da Accinni con arrangiamenti moderni per un progetto che punta ad offrire un importante contributo alla definizione di una vera e propria identità musicale tutta lucana. Graziano Accinni chitarrista, compositore, arrangiatore di Moliterno in provincia di Potenza. Dopo lunghi anni trascorsi negli ambienti del pop italiano collaborando con Mango, Mina, Bosè, Dalla, Nava, Roberto Colombo, Rosario Di Bella, Mirò, Laura Valente ed altri, ha deciso di avventurarsi sulle strade della ricerca etnica, suo primo amore e fondando insieme agli Ethnos l’Associazione Culturale Multietnica Europea che si occupa di ricercare e divulgare le antiche melodie della Lucania.

L’associazione burgentina ha tra gli obiettivi l’istituzione di un Premio annuale in memoria di Antonio Distefano, dedicato ai giovani. A breve si darà vita all’ Info Job: uno sportello per attività di orientamento, inserimento e riposizionamento nel mondo del lavoro. L’associazione vuole essere una cellula di relazioni con le associazioni giovanili delle varie categorie. Ma sarà anche il luogo di contatto dei giovani con l’Europa, luogo di accesso ai programma comunitari come Erasmus e Leonardo e scambi transazionali 

Più informazioni su