Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport ed eventi - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport ed eventi

Sallusti condannato a 14 mesi di carcere

Più informazioni su

Ordine dei Giornalisti: intimidazione per tutti. Fnsi: Mortificata la libertà d’espressione. La Procura sospende la pena

Ad Alessandro Sallusti, il direttore del Giornale condannato in Cassazione a 14 mesi di reclusione per diffamazione, verra’ ‘automaticamente’ sospesa l’esecuzione della pena detentiva dalla Procura della Repubblica di Milano, in quanto risulta non avere cumuli di pena ne’ recidive. Lo ha spiegato il Procuratore Bruti Liberati.

”Mi rifiuto di essere rieducato da qualcuno credo che l’affidamento deve avvenire per qualcuno che spaccia droga magari anche per qualche politico che ruba”, ha detto il direttore del Giornale, spiegando di non avere intenzione di chiedere l’affidamento ai servizi sociali. “Mi rifiuto di chiedere la grazia al presidente Napolitano, perche’ credo che in quanto capo della magistratura italiana in questi 7 anni non abbia difeso a sufficienza i cittadini dall’invadenza di una giustizia politicizzata’. Lo ha detto Alessandro Sallusti a Pomeriggio 5.
Il ministro della Giustizia Paola Severino non commenta la sentenza della Cassazione sul direttore del Giornale, ma ribadisce ”la necessità di intervenire al più presto sulla disciplina della responsabilità per diffamazione del direttore responsabile”

Con una nota dell’ufficio stampa della Suprema Corte, la Cassazione ritiene che ”e’ opportuno precisare” aspetti del ‘caso Sallusti’ ”non esattamente evidenziati dalla stampa nei giorni scorsi”. Per prima cosa la falsita’ della notizia contenuta nell’articolo anonimo attribuito a Sallusti.

La Cassazione ha confermato la condanna a 14 mesi di reclusione per diffamazione aggravata nei confronti del direttore del Giornale Alessandro Sallusti. Il ricorso del giornalista è stato rigettato.

La V Sezione Penale ha inoltre condannato Sallusti alla rifusione delle spese processuali, a risarcire la parte civile e a pagare 4.500 euro di spese per il giudizio innanzi alla Suprema Corte. E’ stato così confermato il verdetto emesso dalla Corte d’Appello di Milano il 17 giugno 2011. Ci sarà, invece, un nuovo processo per il cronista Andrea Monticone imputato insieme a Sallusti.

La decisione su Alessandro Sallusti è “sconvolgente”, per il segretario Fnsi Franco Siddi. “E’ una norma illiberale nell’ordinamento di paese dalla costituzione democratica – aggiunge Siddi all’Anas – che sconfigge e mortifica la libertà di espressione, e priva un uomo della libertà personale. I giornalisti sapranno dare una risposta unitaria e straordinaria, oggi dobbiamo sentirci tutti condannati come Sallusti”. Per l’Ordine dei Giornalisti la condanna di Sallusti è un’intimidazione per tutti. (Fonte Ansa)

La redazione di Basilicata24 esprime solidarietà al direttore Sallusti.

 

 

 

 

Più informazioni su