Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport ed eventi - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport ed eventi

Leone d’oro alla carriera per Pierre Boulez

Più informazioni su

Era ora. Il mondo della musica a Venezia per rendere omaggio a Pierre Boulez, 87 anni, il grande compositore e direttore d’orchestra premiato con il Leone d’oro alla carriera. Il riconoscimento è stato proposto dal direttore del settore Musica Ivan Fedele e accolto dal Consiglio di Amministrazione della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta La cerimonia di consegna del Leone d’oro alla carriera per la Musica ha luogo sabato 6 ottobre ore 20.30 al Teatro alle Tese, nel corso della serata inaugurale del 56. Festival Internazionale di Musica Contemporanea (6 – 13 ottobre 2012): Susanna Mälkki dirige l’Ensemble Intercontemporain con musiche di Boulez e Bartók. In passato il Leone d’oro per la Musica era stato attribuito a Goffredo Petrassi (1994), Luciano Berio (1995), Friedrich Cerha (2006), Giacomo Manzoni (2007), Helmut Lachenmann (2008), György Kurtág (2009), Wolfgang Rihm (2010) e Peter Eötvös (2011).

A proposito del Leone d’oro alla carriera a Pierre Boulez, il direttore del Settore Musica Ivan Fedele ha affermato: “È un riconoscimento al valore assoluto di un artista che ha attraversato la storia della musica contemporanea offrendo al mondo intero composizioni considerate, dai musicologi e artisti di tutto il mondo, veri e propri capolavori della modernità. L’attività del Maestro si è anche espressa in campo teorico attraverso libri esemplari che sono stati guida e modello per generazioni di giovani compositori. Inoltre, Boulez ha offerto, come direttore d’orchestra, interpretazioni del repertorio classico e contemporaneo ritenute di riferimento”.

Al Festival di Musica della Biennale di Venezia, Pierre Boulez è stato presente con continuità a partire dai primi anni ’50, presentando l’integrale della sua opera pianistica, prime italiane come Livre pour quatuor (1959)e capolavori come Figures, doubles, prismes (1968), Eclat (1970), e soprattutto le cantate Cummings ist der Dichter e Les soleil des eaux che con Improvisation III sur Mallarmé da Pli selon pli, diresse lo stesso Boulez con l’ Orchestra della Radio di Baden Baden (1985).

Più informazioni su