Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport ed eventi - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport ed eventi

“Dipingimelfi”, la città di Federico vista dall’arte foto

Più informazioni su

Sospesa tra sogno e realtà la vista che affaccia sul Castello di Federico II di Svevia, perduta in un magico bagliore riflesso di un’iridescente sinfonia di sfumature: “Melfi in fantasia”acrilico su tela di Giuseppe De Franco di Mormanno (Cs) delicato e puntuale ritratto di un orizzonte sereno che scivola sui tetti delle case e sul tempo.

La monocromia dell’antico emblema araldico della città che parrebbe un bassorilievo ma della pietra ha solo le sembianze perché l’immagine bidimensionale della bizzarra ceratura mitologica è rapita e fissata in un olio su tela:“Il Basilisco”di Maria Luisa Previti di Martina Franca (Ta) sfida lo spettatore rendendo puramente cromatico lo spessore materico.

Del poderoso castello ritorna appena uno scorcio, un dettaglio di mura alle spalle dell’irremovibile templare chino sulla sua spada a protezione della città: “Fedeltà” olio su tela di Luisa Fontana di Martina Franca (Ta) fissa in molteplici gradazioni di grigio di lamine, mura e cielo sovrastante, lo sguardo serrato e la croce-sanguigna sul petto.

Ben oltre ogni campanilismo, per l’accento non-lucano sul podio, si è caratterizzato “Dipingimelfi”, la prima edizione del concorso di pittura curato dall’Associazione PS2mania, in collaborazione con il Comune di Melfi. Ideato con l’intento di portare ‘fuori’ dai suoi confini la cittadina normanna con tutti i suoi simboli storici e monumentali, i paesaggi e le atmosfere: obiettivo centrato e rilanciato con grandi aspettative anche per il prossimo anno. D’altronde il respiro ‘ampio’ della manifestazione lo si assapora già considerando le provenienze dei 29 artisti partecipanti: più della metà di fuori regione; appena una dozzina i lucani, di cui cinque da Melfi; per la gran parte dal confine calabrese e dalle vicine province pugliesi di Bari, Foggia, Taranto, ma anche da Alessandria, Brescia, Roma e addirittura dall’Argentina. Né è passata inosservata la partecipazione di due artisti da Mormanno (tra cui il primo classificato): la cerimonia di premiazione, svoltasi domenica scorsa nei locali del Museo Civico di Palazzo Donadoni – alla presenza del Sindaco Livio Valvano, dell’Assessore alla Cultura della Provincia di Potenza Francesco Pietrantuono, del presidente dell’Associazione Giulio Venezia – è stata, anche, l’occasione per esprimere vicinanza al comune calabrese epicentro del più recente evento sismico.

A portare Melfi e l’universo simbolico ben oltre la ristretta dimensione locale ci penserà anche il catalogo del concorso che, onda lunga dell’evento, sarà distribuito nelle maggiori pinacoteche italiane e arriverà, addirittura, fino a New York. Nel corso della serata di premiazione il critico Vincenzo Cignarale, curatore artistico dell’evento, ha infatti assunto l’impegno di portare personalmente il catalogo al Metropolitan Museum. Oltreoceano arriverà testimonianza dei contributi artistici protagonisti del concorso di pittura dedicato alla cittadina federiciana: predomina il figurativo nei paesaggi più e meno fantastici, cosmici o surreali e nelle viste ampie sul possente castello, prospettive e panorami intensi, nella luce variamente scomposta come nel buio; nei ritratti di momenti di festa e di condivisione tra le piazze; nei miti rievocati da piumaggi e voli di rapaci, dal gesto lieve della falconiera, dalla 500 della Fiat.

Ai primi tre classificati un premio in denaro rispettivamente di 1500 euro, 800 euro e 400 euro.

Hanno partecipato al concorso: Alvisi Noemi, Asquino Francesca, Bianco Rosanna, Brindisi Antonella, Carlucci Michele, D’Arace Emilia, De Franco Giuseppe, Del Vecchio Amelia Anna, Di Cosmo Maria, Fior Tabacco Maria Cristina, Fonso Ciro, Fontana Luisa, Foti Antonino, Fuiano, Elisabetta, Grimolizzi Antonio, Guidi Annamaria, Malvasi Salvatore, Marchitiello Giuseppina, Nardiello Pio, Palladino Vito, Paradiso Michele, Portela Silvia Dora, Previti Maria Luisa, Ramunno Luisa, Regina Rocco, Semeraro Imma, Venezia Emanuele, Vertone Vittorio, Zoppi Lorenzo.

 

 

 

Più informazioni su