Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Borsa in tempo reale, viaggio tra indici e quotazioni

Viviamo in un mondo dove le oscillazioni della Borsa regolano quotidianamente l’andamento economico e finanziario, a livello nazionale e globale. Tutti almeno una volta hanno sentito parlare – probabilmente anche sfogliando i giornali o in televisione – di rilanci, quotazioni e investimenti. Il mercato azionario è il luogo in cui si incontrano venditori e acquirenti, dove si scambiano e negoziano i titoli. Con la Borsa che monitora le varie negoziazioni assicurandone il corretto svolgimento, definendo quali siano i requisiti e le procedure di ammissione e permanenza sul mercato per le società emittenti oltre a indicare requisiti e procedure di ammissione anche per intermediari. Quando si parla di ‘borsa in tempo reale’ il riferimento è al monitoraggio in diretta delle variazioni dei titoli azionari: questi ultimi infatti possono cambiare a una velocità altissima ogni secondo, durante una singola sessione, ecco perché è importante tenersi aggiornati con piattaforme dedicate. Il mercato azionario è suddiviso in due distinte categorie: il ‘mercato primario’ e il ‘mercato secondario’. Il primo è il luogo dove avvengono gli scambi di azioni di nuova emissione, mentre l’altro è quello dove si negoziano titoli che sono già in circolazione. Tenendo anche presente che gli indici di borsa non vanno confusi con i titoli di borsa, perché rappresentano un paniere che si riferisce ai movimenti di più titoli azionari. La più importante Borsa d’Italia è quella di Milano ed è gestita dalla società Borsa Italiana, nota anche come ‘Piazza Affari’.

Orientarsi nel mappamondo dei mercati internazionali

Tra i titoli più rilevanti della Borsa italiana, da monitorare con grande attenzione, c’è il FTSE MIB (acronimo di Financial Times Stock Exchange – Milano Indice di Borsa). Quest’ultimo è in grado di raccogliere l’80% della capitalizzazione complessiva ed è un indice composto da società di primaria importanza, con elevata liquidità nei vari settori ICB d’Italia. Sapere che questo indice ha chiuso in positivo o in negativo è importante: rappresenta le performance dei 40 titoli azionari italiani più importanti. E’ anche tra i titoli principali seguiti dai trader a livello globale, insieme a Dow Jones (raggruppa le 30 imprese industriali americane più importanti), Nasdaq (primo esempio a livello internazionale di mercato borsistico elettronico) e Nikkei (borsa di Tokyo) ma naturalmente non solo. In generale un indice di Borsa è formato da tanti titoli, il cui andamento complessivo darà un colore finale alla Borsa stessa. Quando si sceglie di seguire le quotazioni della Borsa milanese, si farà riferimento all’andamento di determinati titoli sui quali si decide di investire: non tutti i titoli quotati in Borsa italiana hanno un uguale peso. E’ anche possibile dire, in termini di capitalizzazione, che spesso sono le banche a determinare la direzione che la Borsa prende. Cosa vuol dire? Lo spieghiamo con un esempio: se dal grafico delle banche in tempo reale emerge un certo apprezzamento, sarà difficile per Borsa italiana chiudere col segno meno. Gli indici di borsa potranno prendere una direzione piuttosto che un’altra ma ciò non avverrà mai per caso: il monitoraggio in tempo reale, l’analisi e le previsioni risulteranno decisive per capire la tendenza della Borsa.