Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Futsal Potenza sfida Palestrina

Più informazioni su

Ceppi: “C’e fiducia e positività. Per noi inizia un mese determinante ma l’importante è rivedere il giusto appoccio e il nostro coraggio”.

(da asdmecopotenza.it) E’ passato poco più di un mese ma sembra un’eternità. L’ultima vittoria e l’ultima partita in casa del Futsal Potenza è datata 27 ottobre quando col Modugno i potentini vinsero 8-3 chiudendo il poker di vittorie che li proiettò in vetta alla classifica. Le due trasferte (con i ko di Lucera e Augusta) e in mezzo la lunga pausa per i Mondiali di calcio a 5 hanno tenuto i rossoblù lontano dalle gioie e dai suoi tifosi ma non dalle zone alte della graduatoria. Si riparte dal terzo posto e dalla gara di domani (sabato 1 dicembre con inizio alle 15,30 e non alle 16) col Palestrina, vero e proprio scontro diretto per il primo obiettivo stagionale e cioè centrare almeno il 4° posto alla fine del girone di andata per ottenere la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia. Il Potenza è terzo con 12 punti mentre i prenestini sono quinti a due lunghezze. Non sarà una gara semplice per i lucani che puntano molto sull’ “abbraccio” del PalaPergola per tornare a esultare contro gli “orange” di coach Mannino che peraltro sono reduci da due vittorie di fila.

Mister Ceppi è sicuro di “ritrovare” la sua squadra: “Giochiamo di nuovo in casa dove finora abbiamo sempre fatto benissimo. E’ stata una settimana intensa e sono molto soddisfatto del lavoro fatto dai ragazzi. Ho rivisto quel coinvolgimento emotivo che ha caratterizzato l’inizio di torneo e soprattutto abbiamo fatto passi avanti nella metabolizzazione dell’ultima sconfitta. Tutti si sono allenati a ritmi altissimi”. C’è voglia di riscatto? “Sicuramente, ma soprattutto c’è fiducia e positività. Per noi inizia un mese determinante ma quello che voglio rivedere è il giusto approccio alla partita e il nostro coraggio”. Dall’altra parte ci sarà un Palestrina con qualche acciaccato (Tomadon e Bresciani), ma che arriva a Potenza con lo slancio delle due vittorie in serie con Loreto e Modugno. “Non sappiamo se Tomadon e Bresciani ci saranno ma il Palestrina resta una squadra di alto livello. Credo che qui si difenderanno. Noi dovremmo avere la forza e la pazienza di costruire per trovare i varchi giusti. Come sempre sappiamo che il nostro destino dipende solo da noi”.

Anche il direttore generale Lamattina spera nel riscatto: “La società non ha chiesto la vittoria, ma una prova determinata. Quel che ci interessa è che la maglia rossoblù venga sempre onorata. Per il resto la settimana è stata positiva sotto tutti i punti di vista. Speriamo anche che il pubblico – dopo un mese di distacco per il calendario – torni numeroso a sostenere la squadra”. A proposito, sarà anche l’occasione per i tifosi potentini di rivedere in campo Giacinto Cirenza che da quando è tornato sembra più determinato che mai: doppietta ad Augusta e doppietta in Coppa Italia con l’Under 21. La sua carica potrà essere utilissima alla causa.

 

Più informazioni su