Consorzio Industriale di Potenza, 12 persone rinviate a giudizio

Più informazioni su

    Il gup di Potenza ha rinviato a giudizio 12 persone, accusate a vario titolo di abuso d’ufficio e peculato per una vicenda che si riferisce all’utilizzo delle risorse economiche del Consorzio per lo sviluppo industriale di Potenza, tra il 2007 e il 2008, da parte degli stessi componenti del cda. Il processo comincerà nel febbraio 2013. Per una decina di altri indagati, il gup ha deciso il non luogo a procedere.

    L’ipotesi della procura quando furono avviate le  indagini  riguardava, tra gli altri, il reato di falso in bilancio. Gli indagati avrebbero distratto fondi pubblici . Secondo la procura a gestire il Consorzio sarebbe stato un sodalizio criminoso. “Deviavano le risorse pubbliche per realizzare i loro affari privati”. Ecco quella che per la procura era un’associazione a delinquere: Mario Vasta, già presidente del consiglio d’amministrazione dell’Asi, Paolo Galante, vicepresidente, Vilma Mazzocco, Alessandro Gerardi, Angelo Ruggiero, Rocco Sarli e Donato Scavone, membri del consiglio d’amministrazione, Rocco Tramutola, presidente del collegio dei revisori dei conti dell’Asi, Tiziana De Bonis, consulente contabile esterno, Rocco Alfredo, direttore amministrativo, Mario Cerverizzo, direttore generale, Nunzio De Canio.

    Più informazioni su