Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

“Adamo ed Eva”, in scena a Oppido l’amore e la vita

Più informazioni su

Domenica 10 aprile, al Teatro Obadiah di Oppido Lucano (Potenza), alle ore 21, andrà in scena lo spettacolo “Adamo ed Eva” con Leonardo Maddalena e Laura Rovetti, che ne firma la regia. Lo spettacolo proposto dalla stagione teatrale organizzata dal consorzio Teatri Uniti di Basilicata, è un inno all’amore liberamente ispirato a quel piccolo delicato ironico gioiello che è Il diario di Adamo ed Eva di Mark Twain scritto nei primi del ‘900. Adamo ed Eva ci racconta di un Eden perduto che i due lasciano per trovare qualcosa di più, ma cos’è questo qualcosa di più? Cosa trova chi riesce a condividere la propria vita insieme ad un altro? Cosa acquista chi, pur perdendosi, riesce sempre a ritrovarsi? E soprattutto cosa lascia di sé? E’ il racconto dell’uomo e della donna, di tutte le loro differenze e diversità, ne narra i clichès, gli stereotipi ma anche le piccole verità senza mai riuscire però a svelare il mistero assoluto dell’attrazione tra i sessi. I giovanissimi Leonardo Maddalena e Laura Rovetti, Adamo ed Eva, sono due personaggi oltre il tempo, sono l’archetipo maschile e femminile calato nella quotidianità della vita a due. Entusiasta, inesauribile, impossibile da dissiludere (e da eludere), lei. Incurante, scontroso, semplice (ai limiti dell’ottusità) e decisamente misogeno ante lutteram, lui. Che sia in paradiso o fra quattro pareti poco cambia: la sostanza del rappoto di coppia è un’eterna incompatibilità fra opposti che si attraggono e respingono, materia insolubile e indissolubile, eterna conflittualità costretta in un soffocante e spesso consolatorio abbraccio. Eterna fuga da qualcosa di non voluto ma indispensabile, limite ed orizzonte infinito al tempo stesso. L’amore. La vita. In uno spettacolo delizioso, leggiadro e prezioso esempio di piccolo-grande teatro, a partire da una intramontabile chicca letteraria.

Più informazioni su