Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Trasporto scolastico alunni disabili. Il Garante dell’infanzia scrive a Valluzzi e a Pittella

Sentito da noi al telefono Vincenzo Giuliano ha detto che esiste un problema di risorse. A quanto pare la Regione non avrebbe ancora trasferito i fondi alla Provincia.

Il Garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza, Vincenzo Giuliano, ha inviato stamattina una nota al presidente della Giunta regionale, Marcello Pittella, ed al presidente della Provincia di Potenza, Nicola Valluzzi, relativa al servizio di trasporto scolastico degli alunni disabili e non.

“Gli Istituti superiori di Potenza  – dice Giuliano –  non hanno ancora ricevuto la conferma del fatto che il servizio partirà regolarmente il prossimo lunedì, data di apertura delle scuole”.

“L’approssimarsi dell’inizio del nuovo anno scolastico –  continua – ripropone la necessità di predisporre, con la doverosa sollecitudine, quanto necessario a supporto del servizio di istruzione, in particolare per gli alunni delle scuole di grado superiore con handicap o in situazioni di svantaggio. Diversi genitori mi hanno rappresentato che alcuni istituti scolastici non hanno ancora assicurato che il servizio di che trattasi potrà essere attivato regolarmente a partire dal giorno di apertura delle scuole”.

Per Giuliano “è indispensabile che i diversi livelli istituzionali debbano assicurare ai disabili la rimozione di ogni impedimento al raggiungimento di un soddisfacente livello di vita e di inserimento sociale, con particolare attenzione alla concreta possibilità di frequentare la scuola”.

“La Regione e la Provincia – conclude Giuliano – devono approntare i mezzi economici necessari, al fine di assicurare l’organizzazione del servizio ed evitare che il problema del trasporto degli alunni disabili gravi unicamente sulle famiglie le quali dovrebbero ripensare l’organizzazione familiare e lavorativa per accompagnare personalmente i propri figli. Mi auguro che siano predisposte  tutte le azioni necessarie  affinché venga garantito il servizio di trasporto scolastico per gli alunni disabili delle scuole di istruzione secondaria”.

Sentito da noi al telefono Vincenzo Giuliano ha detto che esiste un problema di risorse. A quanto pare la Regione non avrebbe ancora trasferito i fondi alla Provincia.