Confcooperative Basilicata ‘casa’ delle imprese sociali

La riforma del terzo settore con l’impresa cooperativa motore di sviluppo locale e economico

Si è svolto martedì scorso a Potenza, al Park Hotel, il workshop organizzato da Confcooperative Basilicata sulla riforma del Terzo settore.

Tante le novità e le opportunità per le cooperative e in particolare per le cooperative sociali che diventano imprese sociali di diritto, e più in generale per il Terzo settore, guadagnando in questo modo una posizione centrale. Ma cosa significa impresa sociale?

Su questo argomento si sono alternati Lina Bonomo, Presidente Federsolidarietà Basilicata, Vincenzo De Bernardo, Direttore Nazionale Federsolidarietà, e Toni Della Vecchia, Capo Servizio Legislativo Legale Fiscale Confcooperative.

Dopo una breve presentazione del Decreto legislativo da parte di Giuseppe Bruno, Presidente Confcooperative Basilicata i tre interlocutori si sono alternati facendo un excursus sull’esperienza cooperativa, dalle origini agli obiettivi per il futuro e che con il decreto legislativo del 3 luglio 2017, n. 112, si rinnova e diventa più impresa e più sociale purché abbia delle caratteristiche ben precise: lo scopo dell’interesse generale, assenza di finalità di lucro, utilità sociale, e coinvolga altri soggetti interessati alla loro attività.

Queste ed altre le tematiche affrontante, tema importante per Confcooperative che è la principale organizzazione di rappresentanza, assistenza, tutela e vigilanza del movimento cooperativo italiano e delle imprese sociali anche in Basilicata.