Quantcast

La Regione trasformi subito i contratti da tempo determinato a indeterminato

Lo chiede l'Unione sindacale di Base

La rappresentanza sindacale USB, durante l’ultima delegazione trattante, ha accolto con entusiasmo l’incremento di 18 ore per il contratto a tempo indeterminato part time inerente al personale assunto alla Regione Basilicata. 

Si riferisce alla D.G.R. n. 1687 del 22/12/2015, con la quale è stata approvata la graduatoria e nomina di 32 persone: vincitori della selezione, per laureati in Scienze Forestali o Scienze Agrarie.

Da questa graduatoria sono stati assunti – con contratto a tempo indeterminato– solo i primi 19 laureati in lista. Gli altri continuano a lavorare all’interno dei Dipartimenti regionali con contratto a tempo determinato.

L’USB chiede alla Regione Basilicata – si legge in una nota – di trasformare, entro la fine dell’anno in corso, i contratti a tempo indeterminato part time in contratti full time.

Inoltre, chiede di dare ai restanti lavoratori in graduatoria contratti a tempo indeterminato, pur se, provvisoriamente, part time. Lo consente e lo sancisce l’art. 20, comma 1, lettere b) c) e d) del D. lgs. n. 75 del 25/05/2017 (Legge Madia) “Superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni”.

“Le risorse sono disponibili – afferma Francesco Castelgrande (coordinatore P.I.) e lo sono di certo se ad agosto hanno assunto con urgenza altri 3 dirigenti. È possibile e doveroso inserire contratti a tempo indeteminato nel Piano Triennale per superare il precariato”.