Quantcast

Pavarotti, sold out a Matera per l’omaggio a Big Luciano foto

La moglie Nicoletta Mantovani: "Lui sarebbe stato felicissimo di essere qui"

Sold out e standing ovation per “Vincerò. Luciano Pavarotti: il racconto di una vita straordinaria” al teatro Duni di Matera che, nella serata del 12 ottobre, ha reso omaggio a Big Luciano nel giorno in cui avrebbe festeggiato il suo ottantaduesimo compleanno.

Un tassello all’interno di una serie di appuntamenti finalizzati a celebrare il tenore modenese nel decennale della sua scomparsa, tra Modena, Verona, Matera, Djakarta, Oman, Cina e Tunisia.

In mattinata nel complesso rupestre Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci si è svolto un incontro con la stampa alla presenza di Nicoletta Mantovani, alla sua prima volta nella Città dei Sassi. Nell’allungare lo sguardo sul Barisano e sulla murgia, ne è rimasta a dir poco incantata.

Oggi è una giornata veramente speciale. Sono molto felice – ha detto Nicoletta Mantovani – di poter ricordare Luciano in un luogo altrettanto speciale. Lui sarebbe stato felicissimo di essere qui, in quella che è la nostra Capitale della cultura che ci rappresenterà nel mondo. Lui, che ha sempre amato la sua Italia, ne sarebbe fierissimo”.

Presenti all’incontro anche il tenore Enzo Di Matteo che ha fornito la sua consulenza alla messa in scena dello spettacolo; l’attore Lino Guanciale che, su testi di Grazia Varasani, ha dato voce al racconto di Luciano Pavarotti a sua figlia Alice.

Il concerto-spettacolo si è avvalso della direzione artistica del maestro Pasquale Menchise impegnato anche nella direzione dei cantanti della Pavarotti Foundation (il soprano lirico-leggero Laura Macrì, il soprano Claudia Sasso, il mezzosoprano Francesca Sartorato, il tenore Ivan Avon Rivas, il tenore Marco Miglietta, il tenore Stefano Tanzillo e il baritono Stefano Marchisio) e dei 35 componenti dell’Orchestra Sinfonica Matera 2019, al suo esordio.

Questo spettacolo- ha sottolineato il maestro Menchise- di cui ho avuto l’onore di fare sia da direzione artistica sia da direttore d’orchestra, mi ha reso davvero molto orgoglioso. Anche perché cinque brani in scaletta sono stati da me arrangiati. Un grande impegno e un grande lavoro. E’ un po’ come la ciliegina sulla torta per la mia personale attività- ha aggiunto- ma anche e soprattutto per Matera e per la nostra regione. L’auspicio è che, da qui in avanti, si riesca a dare alla musica lirica lo spazio che merita”.

L’evento è stato organizzato da Fondazione Luciano Pavarotti e Regione Basilicata, in collaborazione con Quadrum Srl, Orchestra da Camera e Sinfonica Lucana e Associazione Lucania Arte Teatro. Parte dei fondi raccolti saranno devoluti all’Associazione materana “Con cuore impavido”, nata per dare sollievo alle persone colpite da Sla.