Armi e droga, tre arresti

L'attività dei carabinieri di Venosa nel fine settimana

Più informazioni su

Nello scorso fine settimana tre persone sono state arrestate dai carabinieri della Compagnia di Venosa per reati inerenti armi, alcool e sostanze stupefacenti.

Il primo caso riguarda un 31enne venosino fermato dai militari della Stazione di Venosa in flagranza di reato. In stato di ubriachezza il ragazzo non si è sottoposto all’alcooltest imposto dai carabinieri che sono stati insultati con frasi minacciose, strattonati e spinti.

Dopo aver tentato di darsi alla fuga, è stato tempestiamente bloccato in seguito a una breve colluttazione.

Addosso l’uomo aveva un coltello a serramanico lungo 20 cm con lama di 8 cm. Alla persecuzione, non ha proferito parola sul possesso dell’oggetto.

L’arma è stata sequestrata e il venosino è stato arrestato e condotto ai domiciliari per restare a disposizione della competente Autortà Giudiziaria di Potenza.

Altro episodio è l’arresto di una 30enne potentina, da parte dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Venosa, ritenuta responsabile del reato di guida per stato di ebbrezza.

L’etilometro risultava positivo con un tasso alcolemico nel sangue pari a 1,10 grammi/litro. Conseguenze, ritiro di patente e sequestro del veicolo.

I militari del Comando, inoltre, hanno segnalato amministrativamente alla Prefettura di Potenza tre venosini per consumo di sostanze stupefacente. Cocaina, immediatamente sottoposta a sequestro.

Più informazioni su