Quantcast

Sarebbe bello se ogni Comune lucano adottasse un bambino a distanza

La proposta del Garante dell'infanzia e dell'adolescenza di Basilicata ai sindaci lucani

“Sarebbe bello se ogni Comune lucano adottasse un bambino a distanza. Assolveremmo agli obbiettivi sanciti dalla Carta dei diritti dei bambini e degli adolescenti: tutti i bambini  hanno diritto all’assistenza, alle cure, all’istruzione e ad una famiglia”.

È quanto ha dichiarato il Garante dell’infanzia e dell’adolescenza di Basilicata, Vincenzo Giuliano, nella nota che ha mandato ai sindaci lucani a seguito del protocollo d’intesa sottoscritto con l’Anci Basilicata e il Gruppo volontariato e solidarietà (GVS).

Scopo dell’iniziativa – ha affermato Giuliano – è quello di sviluppare iniziative di diffusione della cultura della solidarietà e dello strumento del ‘sostegno a distanza’ attraverso eventi ed iniziative comuni da realizzarsi nel territorio regionale”.

Nell’ambito delle prerogative e degli impegni sottoscritti tra le parti – ha concluso -, ho invitato le Amministrazioni comunali a voler promuovere un incontro conoscitivo e di approfondimento dei contenuti della convenzione alla presenza dei rappresentanti delle organizzazioni firmatarie”.