Occuparono ex Coni a Potenza, denunciati: “L’8 febbraio un presidio davanti al tribunale”

I componenti del Csoa Anzacresa: "Non abbiamo timore di mostrare il nostro dissenso"

Più informazioni su

“L’8 Febbraio alle ore 9.00 saremo in presidio davanti al tribunale di Potenza per ribadire che le scelte e le responsabilità di quella occupazione sono frutto di un percorso politico collettivo e condiviso e per questo nessuna e nessuno verrà lasciato solo contro la macchina della repressione”.

Così i ragazzi del Csoa Anzacresa (Ex Coni di Montereale), scrivono in una nota, per protestare contro l’apertura di un procedimento penale ai danni di quattro del loro gruppo denunciati per invasione di suolo pubblico e deturpamento, dopo lo sgombero del 13 dicembre 2017 dal palazzetto dello sport di Potenza.

“Consapevoli – continuano – dell’inevitabilità dell’atto di sgombero e dei rischi , siamo andati avanti e continuiamo a farlo. Riteniamo questo processo l’ennesima dimostrazione repressiva nei confronti di ogni esperienza alternativa, ma necessaria, al grigiore della morente quotidianità potentina”.


“Non abbiamo – aggiungono – timore di mostrare il nostro dissenso di fronte a quest’atto di sistematica imposizione di un modello autoritario funzionale al mantenimento del “decoro” e di un presunto ordine pubblico”.

“Questo è un importante momento – concludono – per dimostrare supporto reale, soprattutto vista la massiccia solidarietà espressa sul web dopo lo sgombero”.


Più informazioni su