Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Famiglia isolata da quattro anni a Ruoti a causa di una strada chiusa

"Nessuno si preoccupa delle nostre vite"

Più informazioni su

“Sono quattro anni che non viviamo più una vita normale, ogni giorno affrontiamo delle peripezie. Nemmeno la macchina possiamo portare davanti la porta”. 

A parlare è la famiglia Spadola di Ruoti, in provincia di Potenza, che ci scrive per raccontare quello che sta vivendo a causa delle chiusura del ponte, unica via di collegamento tra il paese e l’abitazione in cui vivono in cinque. 

Ad oggi sono quattro anni che l’allora sindaco di Ruoti Angelo Salinardi (adesso vice-sindaco) con un’ordinanza ha chiuso il ponte “senza preoccuparsi – spiegano gli Spadola- delle nostre vite. Abbiamo perso il contatto con il mondo”.

Sono cinque in famiglia. Hanno una persona anziana affetta da disabilità che non può deambulare in maniera autonoma e per spostarsi ha bisogno di utilizzare la sedia a rotelle. A causa della chiusura del ponte la famiglia ha avuto anche seri danni economici in quanto, vivendo grazie all’allevamento e all’agricoltura, ha dovuto ridimensionare le attività. “Senza una strada di accesso tutto diventa più difficile”.

“La nostra abitazione – raccontano gli Spadola- dista dal ponte più di un chilometro. Un pezzo di strada è in salita e noi, ogni giorno, dobbiamo percorrerla a piedi con il sole, con il freddo, con la pioggia e con la neve. Anche semplici azioni come portare buste della spesa e tutto l’occorrente per vivere diventa faticoso”. Naturalmente si chiedono “se dovesse accadere un’emergenza, un incendio, un malore che cosa ci accade, chi ci viene a salvare?”. Considerato che nemmeno un’ambulanza può arrivare fino a casa la loro è una preoccupazione più che legittima.

“Sono state fatte tante promesse, anche da parte dell’attuale sindaco Anna Scalise e della sua giunta, ma niente è cambiato-  Abbiamo contattato – aggiungono – anche la trasmissione le “Iene”, a ottobre del 2014, ma nemmeno questo è servito a sbloccare i lavori che il Comune di Ruoti non ha intenzione di effettuare perché, pare, i soldi dovrebbero essere stanziati dalla Regione Basilicata”.

In ultimo un appello al sindaco di Ruoti, al presidente della Provincia, al Prefetto, al presidente della Regione affinché intervengano per risolvere il problema e “ritornare – concludono con profondo rammarico – ad essere una famiglia normale perché ora come ora non vediamo via d’uscita”. 

Più informazioni su