Quantcast

Una tonnellata di hashish sequestrata in un’azienda agricola di Lavello

Tre persone sono state arrestate. Operazione della Guardia di Finanza di Trento e della Polizia di Foggia

Una tonnellata di hascisc è stata sequestrata dalla Guardia di Finanza di Trento e dalla Polizia di Stato di Foggia in un’azienda agricola di Lavello. 

Tre persone sono state arrestate: si tratta dell’autista del camion utilizzato per il trasporto, un italiano di 54 anni, un imprenditore agricolo potentino, di 56, titolare di un’azienda agricola in cui la droga era stata stoccata, e un 49enne originario del Marocco, ritenuto il destinatario del carico.

Secondo quanto emerso dalle indagini la droga, dopo essere stata introdotta clandestinamente in Italia (dal Marocco, attraverso la Spagna e la Francia) era stata stoccata tra le province di Foggia e Potenza, per poi essere spacciata nelle piazze del Nord Italia.

L’operazione, denominata Carthago, è stata coordinata dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga (Dcsa). Una volta venduta la droga avrebbe fruttato circa 10 milioni di euro.

Finanzieri e agenti hanno fatto irruzione all’interno dell’azienda  hanno trovato i tre uomini arrestati impegnati nelle operazioni di scarico dei bancali contenuti in un camion al cui interno sono stati trovati 946,5 kg di hashish in panetti, nascosti sotto sacchi di pellet di legno. 

L’hashish e l’autocarro sono stati sequestrati e i tre uomini arrestati e condotti nel carcere di Potenza.