Elezioni, Matteo Renzi si è dimesso

Dopo la pesante disfatta alle elezioni, ha deciso di rassegnare le dimissioni da segretario del Partito Democratico.

Più informazioni su

Matteo Renzi si è dimesso. Dopo la pesante sconfitta alle elezioni politiche il segretario del Partito Democratico ha deciso di fare un passo indietro, nonostante alla vigilia avesse dichiarato che sarebbe rimasto in carica fino al 2021.

Una notizia questa delle dimissioni che era nell’aria visto il più che deludente risultato del PD alle urne. I dem infatti sono abbondantemente sotto il 20%, conseguendo così il peggior risultato elettorale della propria storia. Ad ogni modo, non ci sono conferme ufficiali, il portavoce di Renzi smentisce la notizia.

Sul fronte collegi, Gentiloni ok, fuori Minniti-Pinotti. Stop a De Vicenti. Padoan spunta Siena. Bene Boschi, Lotti, Madia

Stando agli ultimi dati ufficiali per la Camera (quando appunto mancano circa 5 mila sezioni da scrutinare su 61.401) i 5 Stelle toccano il 32%, Salvini arriva ad un punto percentuale dai dem (19% il Pd, 18% la Lega), Forza Italia è al 13,9% e Fdi al 4,3% (con un 36,2% che fa del centrodestra la coalizione vincente ma lontana dalla maggioranza di governo), Leu è al 3,3% e la Bonino al 2,6%, ad un passo dalla soglia dell’autonomia del 3%. Dati che sostanzialmente si replicano al Senato, dove devono essere scrutinate ancora 5 mila sezioni su 61.401.

Più informazioni su