Quantcast

Migranti, pronto il progetto finalizzato alla legalità e alla cura

Coordinato dalla Prefettura di Potenza, in partenariato con la Regione Basilicata e con l'Ateneo lucano

Giovedì, 12 aprile 2018, all’Università di Basilicata, il Prefetto di Potenza, interverrà alla giornata di presentazione del progetto PASIM (Potenziamento Attività e Servizi Integrati Migranti), coordinato dalla Prefettura di Potenza, in partenariato con la Regione Basilicata e con l’Ateneo lucano, finanziato con il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione 2014/2020 e finalizzato a migliorare i servizi rivolti agli immigrati impegnati nei lavori stagionali in agricoltura, presenti nell’area del Vulture-Alto Bradano.

L’iniziativa, individuata nell’ambito dell’attività di contrasto al caporalato ed allo sfruttamento lavorativo in agricoltura previsto dal Protocollo Sperimentale Interministeriale “Cura-Legalità-Uscita dal Ghetto”, prevede l’attivazione di una strategia condivisa tra le amministrazioni pubbliche coinvolte, al fine di migliorare il livello di gestione ed erogazione dei servizi amministrativi rivolti ai cittadini dei Paesi terzi.

In particolare- spiega la Prefettura in una nota-  sarà avviata una sessione formativa sulla mediazione linguistica e culturale, sulla prevenzione/ cura sanitaria, nonché sulla sicurezza del lavoro, e una fase sperimentale con la costituzione di spazi informativi presso il CAMS (Centro di accoglienza migranti stagionali) di Palazzo S.Gervasio e l’ istallazione di una unità mobile rivolta all’assistenza dei lavoratori stagionali.