Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Ad un bilancio ‘farsa’ non poteva far seguito che un’approvazione ‘farlocca’

Rosa (FdI): "Ci dissociamo da questo ennesimo teatrino dell’epoca Pittella"

Più informazioni su

Non possiamo che dissociarci dalla solita manfrina messa in piedi per l’approvazione del bilancio regionale che culminerà lunedì 28 maggio, per volontà della conferenza dei capogruppo, con Commissioni congiunte mattutine e Consiglio pomeridiano che approveranno senza battere ciglio il documento i cui contenuti sono a conoscenza solo di pochi intimi.

Ad oggi, per dovere di cronaca, si è tenuta una sola riunione di Commissione dove è stato possibile ascoltare l’autocelebrazione di Pittella che è venuto a decantare le sue lodi di buon governatore in un periodo difficile.

Noi ci dissociamo da questo ennesimo teatrino dell’epoca Pittella dove tutto si vive in un’emergenza indotta da un’approssimazione ed un’incompetenza allucinante. Per sentirsi a posto con la coscienza, i consiglieri di maggioranza si ripetono ‘che i cittadini stanno aspettando il bilancio’, facendo finta di dimenticare che il ritardo è attribuibile esclusivamente ai Pittella Boys.

Pianificazione e programmazione sono solo belle parole ma nulla di concreto, il medesimo atteggiamento di questi quattro anni che insieme alle ‘violazioni contabili’, appurate dalla Corte dei Conti (vedasi mancata parifica del rendiconto 2015), hanno derubricato il documento principe di una Amministrazione in un banale adempimento vuoto di contenuti.

Insomma, Pittella conferma, ancora un volta, il suo pensiero che inquadra i Consiglieri regionali solo come degli ‘alzatori di mano’, privi di volontà propria. Di contro, si manifesta un nuovo Presidente del Consiglio, Santarsiero, che asseconda con il suo silenzio questo brutto modo di agire, forse troppo preso nel suo ruolo di pacificatore del suo partito e quindi incline a chiudere occhi ed orecchie pur di non aggravare i rapporti fratricidi nel Partito Democratico.

Gianni Rosa, consigliere regionale Fratelli d’Italia

Più informazioni su