Fondazione Matera Basilicata 2019: “Anac verifichi incompatibilità Adduce e Tortorelli”

De Bonis (M5S) presenta esposto all'Autorità Nazionale Anti Corruzione sui due esponenti del Partito Democratico lucano

“Ho chiesto all’Anac di verificare la compatibilità della carica che Salvatore Adduce e Angelo Tortorelli ricoprono nel Consiglio comunale di Matera con quelle di Presidente e Vicepresidente recentemente assunte all’interno della Fondazione Matera Basilicata 2019”. Così il senatore del MoVimento 5 Stelle Saverio De Bonis annuncia la presentazione di un esposto all’Autorità Nazionale Anti Corruzione sui due esponenti del Partito Democratico.

“Hanno tentato di spiegarci – spiega De Bonis – che la loro posizione è regolare, ma non si comprende come essa possa conciliarsi con il dettato del decreto legislativo 8 aprile 2013, n. 39. La Fondazione di partecipazione Matera Basilicata 2019 vede tra i suoi enti fondatori infatti proprio il Comune di Matera e una delle voci più significative nelle entrate del bilancio della Fondazione è costituita dal contributo degli stessi enti.

Si verrebbe quindi a creare un conflitto di incarichi che potrebbe pregiudicare non solo l’attività del soggetto nato per attuare le linee di intervento delineate nel dossier finale di candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura per il 2019, ma dello stesso Consiglio comunale che è chiamato non solo a votare il bilancio che stanzia i fondi, ma anche, in definitiva, a interfacciarsi con la Fondazione. Tanto più problematica è poi la posizione di Angelo Tortorelli che da Presidente del Consiglio Comunale dovrebbe conciliare il suo ruolo di arbitro all’interno dell’assemblea e quello di parte interessata come rappresentante della Fondazione.”

“Per questa ragione – conclude De Bonis – spero che l’Anac dica con chiarezza se esista un’incompatibilità e si attivi per risolverla. La Fondazione non può trasformarsi, come sta facendo, in un poltronificio ma deve riappropriarsi della missione per cui è stata creata: promuovere Matera non i suoi amministratori.”