Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Matera, la Navona Srl: “Dov’erano tutti sti politici quando si decidevano le sorti del teatro Duni?”

Dove era la politica locale, comunale e regionale quando la proprietà del Teatro  Duni le ricordava che il 2019 era vicino?

Ancora comunicati   stampa  di sapore  politico  sul Teatro Duni. Ma dove erano tutti  “sti “  politici ( come si dice a Roma) quando la proprietà del Teatro  Duni , circa due anni fa, stava concludendo  l’accordo  con il sindaco di Matera  per  finanziare  la ristrutturazione del  Teatro Duni  su progetto  elaborato  a dovere  dall’ arch. Luigi Acito?
Dove era la politica locale, comunale e regionale quando la proprietà del Teatro  Duni le ricordava che il 2019 era vicino? Oramai  riteniamo che sia molto tardi , quindi  i politici facciano il loro lavoro in silenzio senza fare annunci virtuali sulle proprietà private altrui.

Nella vicenda del Teatro Duni non ci possono essere iniziative e disponibilità politiche  reali  e legittime che non sappiano di slogan, senza  precise  e documentate  richieste  alle  amministrazioni  pubbliche, qualsiasi esse  siano,  da parte della proprietà privata del Teatro Duni richieste ufficiali  che al momento non ci sono;
inoltre perché ci siano queste richieste da parte della proprietà è necessaria  una delibera di una assemblea dei soci che, con il favore minimo dell’ 81 per cento del  capitale sociale, per  come stabilito dallo statuto della E.R. Teatro Duni srl,  invalidi  l’assemblea del 1 aprile 2017 con cui si bocciava l’offerta del comune di acquistare il teatro a 3.4 milioni  e stabilisca nuove regole e iniziative

Siccome questa assemblea nuova non esiste  e non è stata mai concepita  dai soci del Teatro, la conseguenza è  che  è assolutamente valida ancora la precedente assemblea del 1 aprile 2017 sopra descritta. Così come è ancora pienamente valida l’assemblea del 20 marzo 2018  che ha revocato il precedente liquidatore  il rag. Scalise.
Pertanto né il sindaco nè la Regione possono parlare pubblicamente di acquisto del Teatro Duni.
I proprietari del Teatro  Duni sanno fare cultura anche senza che lo ricordino i politici , e lo fanno gratuitamente da quando il Teatro fu costruito dal nonno Antonio Andrisani
In ogni caso la Navona srl  sta procedendo  nella richiesta di intervento del tribunale di Matera per tutelare i suoi diritti di socio e di conduttore parziale del  Teatro Duni.

Navona srl