Quantcast

Operaio Fca denuncia: “lettera di contestazione per intimidirmi e non farmi scioperare”

Nello stabilimento lucano in atto la quarta giornata di stop indetta da Alternativa sindacale per protestare "contro le abusive e abusate comandate"

Un dipendente della Fca di Melfi, Agostino Sabato, denuncia la violazione dell’articolo 28 dello Statuto dei Lavoratori da parte dell’azienda, sostenendo che la stessa avrebbe messo in atto una condotta antisindacale nei suoi confronti.

L’uomo, nei giorni scorsi ha ricevuto una lettera, da parte dell’azienda, in cui gli viene contestato “di non aver utilizzato gli occhiali di protezione mentre svolgeva la sua attività lavorativa”. Agostino Sabato respinge ogni accusa e spiega il perché adducendo prova e testimonianze che quanto gli viene addebitato non corrisponde al vero.

Alla luce di tutto ciò – spiega il dipendente Fca- emerge con chiarezza che non c’è stata nessuna negligenza e detta contestazione è una pura ( ennesima ) provocazione intimidatoria, poiché il capo ute mi ha invitato ad andare a lavorare sabato 26 maggio, giorno in cui il sindacato a cui appartengo (Alternativa sindacale) ha proclamato il quarto sciopero contro lo straordinario comandato, oltre ad essere una reiterata azione di vero mobbing a cui da tempo é sottoposto da parte del personale aziendale”.

La Segreteria della Federazione Metalmeccanici di Alternativa Sindacale, ha infatti proclamato per la giornata di oggi, uno sciopero, su entrambi i turni dei reparti di produzione della linea Punto, contro la reiterazione delle comandate abusive chiedendo che si assuma altro personale.

“Contro le abusive e abusate comandate che mettono a rischio la sicurezza personale- fa sapere Alternativa sindacale- se c’è bisogno di più  lavoro si devono assumere i disoccupati. Basta con gli straordinari del sabato”.