Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Cadavere nel bosco di Lauria, aveva un colpo di arma da fuoco alla testa

I primi dettagli emergono dall'autopsia effettuata nella giornata di ieri

Più informazioni su

Un colpo d’arma da fuoco alla testa avrebbe causato la morte dell’uomo ritrovato cadavere in un bosco di Lauria lo scorso 10 giugno. Questo è quanto emerso dall’autopsia, effettuata nella giornata di ieri.

Il cadavere, ritrovato da un cacciatore nel bosco di Canicella in località Cogliandrino, era avvolto in un cellophane e presentava alcune mutilazioni.

Secondo gli inquirenti potrebbe trattarsi di Mariano Di Lascio, 42enne scomparso proprio da Lauria nel novembre 2017. Sarà l’esame del Dna a confermare l’identità dell’uomo. 

Intanto è stato proprio l’uomo che ha fatto la macabra scoperta a fornire alcuni elementi utili alle indagini. Il cacciatore infatti ha sostenuto che un mese fa circa era già passato nella zone del ritrovamento e che non c’era nulla. 

Più informazioni su