Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Estorsioni e minacce con armi per il “mercato della paglia: quattro arresti nel Melfese

Due famiglie in "guerra" per la raccolta, l'imballaggio e la vendita della paglia

Sono quattro gli arresti disposti dal Gip del Tribunale di Potenza nell’ambito di un’indagine della Procura potentina su condotte estorsive e intimidatorie anche con l’uso di armi tra agricoltori e pastori impegnati nella raccolta, imballaggio e vendita di paglia nel basso Melfese e Alto Bradano. Le misure sono state eseguite questa mattina dalla Polizia. 

Da alcune settimane- hanno fatto sapere gli inquirenti- nel Melfese, è in atto “un violento scontro” tra le famiglie dei Parrini e dei Delli Gatti per imporsi nel mercato della paglia. Dalle indagini sarebbe emersa la “rapida escalation di violenza”, anche con l’uso di armi, per accaparrarsi un settore dell’economia considerato appetibile dai cosidetti raccoglitori di paglia.

Gli arrestati sono finiti tutti ai domiciliari. Per due di loro il gip ha richiesto anche l’uso del braccialetto elettronico. Uno degli arrestati, con precedenti penali, è stato trovato in possesso di un’arma e di munizioni.