Fca di Melfi taglia due giorni di ferie, Usb proclama lo sciopero

Lavoratori dovrebbero rientrare in fabbrica il 31 agosto anziché il 3 settembre

Più informazioni su

La Fca di Melfi ha comunicato il taglio di due giornate di ferie estive rispetto a quanto stabilito l’11 maggio 2018. Quindi – le lavoratrici e i lavoratori dovrebbero rientrare in fabbrica il giorno 31 agosto 2018 anziché il 3 settembre 2018.

L’Usb ritiene non soddisfacenti le motivazioni che hanno portato l’azienda a rettificare il piano ferie. Le ragioni del rientro anticipato sono legate a una domanda di mercato evidentemente non prevista. La Fca di Melfi farebbe bene a spalmare la produzione di vetture in eccesso dal 3 settembre in poi – senza penalizzare ulteriormente i propri dipendenti accorciandogli il riposo estivo.

Pochi giorni fa è stato siglato un occordo che prevede la riduzione dell’orario di lavoro per quasi 6.000 dipendenti – con relativo utilizzo dei c.d.s. – oggi viene comunicato loro che bisogna lavorare di più per far fronte a un aumento di ordini – e quindi meno ferie per tutti. 

La soluzione è molto semplice: se l’azienda ha bisogno di gestire un aumento di ore lavorative deve abbassare le ore di c.d.s. E non ridurre quelle delle ferie prestabilite. 

Ci sono intere famiglie che hanno pianificato qualche giorno di riposo da trascorrere lontane dalla fabbrica – per cui rientrare anzitempo significherebbe un sacrificio in termini di recupero psicofisico oltre che un presumibile danno economico. 

A fronte di quanto sopra descritto l’Usb di stabilimento proclama sciopero alla Fca di Melfi nelle giornate di seguito riportate: dalle ore 06.00 del 31 agosto fino alle ore 06.00 del 2 settembre 2018.

Usb di Stabilimento

Più informazioni su