Quantcast

Peppe Servillo apre la rassegna estiva di Teatri Uniti Basilicata

Un mese di spettacoli dal 10 luglio al 10 agosto

Una magica immersione nella musica napoletana interpretata da Peppe Servillo con il quartetto d’archi Solis String Quartet. Sulle note di brani come Palomma, Tarantella Segreta, M’aggia curà e Scalinatella, parte la nuova stagione estiva di Teatri Uniti di Basilicata. Lo spettacolo “Presentimento”, che prende il titolo dall’omonimo album di Peppe Servillo, partirà da Irsina il 10 luglio per poi fare tappa a Pisticci (11 luglio), Vaglio (24 luglio) e Grumento (25 luglio).

Si comincia con la musica e si attraversano tutti i generi dalla prosa alla danza, sino al cabaret. Una programmazione che punta a coinvolgere un pubblico trasversale per età e gusti. L’obiettivo è anche quello di valorizzare il patrimonio storico artistico della Basilicata: 11 spettacoli per 27 repliche in scena tra scavi archeologici, castelli, palazzi storici, parchi e chiostri di 8 comuni: la terrazza di palazzo Lanfranchi e il giardino del museo Ridola a Matera, il chiostro dell’ex convento di San Francesco a Irsina, il teatro romano a Grumento, gli scavi archeologici Rossano a Vaglio, l’anfiteatro romano a Pisticci, le rovine della “città dell’utopia” a Campomaggiore, il loggiato del castello Pirro del Balzo a Venosa e il parco Forraina a Trecchina

Un mese di spettacoli dal 10 luglio al 10 agosto. Ci sarà da ridere e riflettere attraverso la comicità di tre grandi artiste: Cinzia Leone dedica il suo spettacolo al modello femminile più importante della propria vita con “Mamma sei sempre nei miei pensieri. Spostati!”, regia di Fabio Mareddu (19 luglio Campomaggiore, 20 luglio Trecchina); l’attrice e comica Rosalia Porcaro con “Donne” ci regala una galleria di personaggi tutti al femminile, donne dalle mille speranze e sogni infranti, rappresentative di una Napoli pronta a trovare nella disperazione la forza di reagire e inventarsi la vita (30 luglio Campomaggiore, 31 luglio Irsina); e ancora la spumeggiante Francesca Reggiani in “D.O.C. Donne d’origine controllata” ci regala parodie e battute sulla classe dirigente “al femminile”, da Maria Elena Boschi a Giorgia Meloni (2 agosto Vaglio, 3 agosto Grumento, 4 agosto Trecchina).

Si ritorna alla musica con la compagnia teatrale Dosto & Yesvski con Donna Olimpia che porta in scena “Rap-sodia”, regia di Pino Ferrara. Uno spettacolo ricco di gag, burle e incidenti basati sui suoni del pianoforte di Dosto e del contrabbasso di Yesvski con la compagnia del mezzosoprano Donna Olimpia (25 luglio Pisticci, 9 agosto Vaglio, 10 agosto Irsina).

Omaggio a Scotellaro. Teatri Uniti di Basilicata rende omaggio a Rocco Scotellaro, uno dei maggiori poeti e intellettuali lucani impegnato nelle problematiche del secondo dopoguerra, con lo spettacolo “I fuochi di San Pancrazio” di e con Francesco Sigillino. Lo spettacolo, prodotto dall’associazione culturale Virò, è tratto da un’opera inedita di Scotellaro, con la supervisione di Carlo Levi, nella raccolta di inediti Giovani Soli e pubblicato da Basilicata Editrice dopo la scomparsa dell’autore (6 agosto Campomaggiore, 8 agosto Pisticci, 11 agosto Grumento).

Danza. Libera dalle regole del codice classico-accademico e rigenerata nella sua capacità di entrare in armonia con la natura la danza è protagonista della nuova programmazione di Teatri Uniti di Basilicata con interventi site-specific come “The Lovers” di Luciano Padovani e spettacoli di portata internazionale come “Bolero soirée” di Michele Merola con Mmcontemporary Dance Company.

Il consorzio dedica inoltre un importante focus alla “danza” e lo inaugura con lo spettacolo “Convergenze”, coreografie di Federica Galimberti, con E.sperimenti gdo Dance Company, compagnia di punta di GDO. Uno spumeggiante ensamble dalle dinamiche più diverse e dagli stili più vari che spaziano dal breakin’ al contemporaneo, dal modern al floorwork, dal teatrodanza all’acrobatica (11 luglio Vaglio, 12 luglio Grumento, 13 luglio Matera). Si continua con i già citati “The Lovers” di Luciano Padovani dedicato agli amanti creati da Shakespeare (23 e 24 luglio Matera) e “Bolero soirée” di Michele Merola con Mmcontemporary Dance Company (31 luglio a Matera e 1 agosto a Venosa).

E ancora, la prestigiosa compagnia Dancehaus presenterà un originale percorso performativo site specific all’interno di Palazzo Lanfranchi e del Giardino Museo Ridola. Questa location, simbolo della città di Matera, attraverso il gesto dei danzatori e le immagini video diventa il luogo deputato all’incontro tra tradizione, classicismo e contemporaneità (8 e 9 agosto Matera). Si conclude con lo straordinario “Anatomy of Inspiration” nato dalla collaborazione creativa del coreografo Matteo Bittante con il cantante e compositore polistrumentista, Chris Costa e con lo stilista tedesco dal gusto rock, Tom Rebl. Sette ballerini in scena portano a riflettere sulla condizione in cui ciascun individuo vive all’interno della società, e sulla relazione che l’arte ha con il potere (10 agosto Matera).