Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Il premio Piepoli allo skipper Sisto e al musicista Venezia foto

La cerimonia di consegna domenica 8 luglio

Torna a Marconia il Premio Piepoli, giunto alla decima edizione e che come ogni anno viene consegnato ad alcuni protagonisti della “lucanità” che in Italia e all’estero hanno dato e danno lustro alla propria terra. 

Organizzato dalla Associazione Culturale Ce.C.A.M (Centro Cultura Arte Magna Grecia), il Premio “Piero Piepoli”, si svolgerà a Marconia, domenica 8 luglio, nella sede del Centro a partire dalle ore 20:30.

Il Premio, fortemente voluto dalla Famiglia Piepoli, nel corso degli anni, ha acquisito un’importante valenza sociale e culturale, ed intende portare in auge i cittadini del proprio territorio (e non solo) che, attraverso il loro lavoro e le loro passioni, danno lustro alla terra di origine.

Il riconoscimento è dedicato all’indimenticabile e amato Piero, animatore culturale a tutto tondo, persona di autentica fede religiosa e dall’alto valore umano. Quest’anno  sarà conferito a Rocco Sisto e Giuseppe Venezia.

Rocco Sisto, skipper di esperienza detto “Randa”, pisticcese, vanta un bagaglio tecnico fatto di vittorie in classiche regate veliche e traversate atlantiche ed oceaniche senza sosta, fra queste la più grande è quella in solitudine di Capo Horn. E’ stato campione Italiano plateau nel 2005 con Brera Hotel, vice Campione italiano ORC 2005 e 2006 su Mariposa, ha vinto il raid della Magna Grecia nel 2009 su carpe Diem, poi il record del Mondo nel 2010 a Capo Horn con la barca più piccola di sempre. E’ comandante di barche di prestigio “nobiliare” ed è un recordman: ha vinto 4 campionati italiani di vela in 5 anni e il trofeo Megale Hellas (12 vittorie consecutive) con “Karma Detasalotti” barca Campione del Mondo 2012.

Giuseppe Venezia contrabbassista lucano, è co-direttore artistico del Basilicajazz, nato a Bernalda ma di origine pisticcese, affronta stili jazzistici diversi, dal dixieland all’ hard bop, passando per lo swing, il manouche, il be bop ed il cool jazz. Ha girato il mondo partecipando, con diverse formazioni musicali, a tantissimi festival internazionali. Promotore per la costituzione di diverse ensamble jazzistiche ha inciso diversi dischi. Nel suo curriculum anche una piccola parentesi televisiva, nel 2016, quando ha preso parte, come bassista elettrico, al programma televisivo “Il Grande Match” in onda su Rai Uno.

Il Premio consiste nella riproduzione in scala della “Torre Accio” realizzata dall’artista Franco Reho.

La manifestazione sarà condotta da Giovanni Di Lena e Grazia Giannace, sarà presente l’assessore alla Cultura del Comune di Pisticci Maria Grazia Ricchiuti. La serata, inoltre, sarà allietata dal duo Graziachiara Melissa (voce) e Tony Miolla (chitarra).