Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Il Centro Antiviolenza Italiano saluta e ringrazia il Questore di Matera

"Solidarietà al dottor Sirna, capro espiatorio dell'inchiesta sulla sanitopoli lucana"

Più informazioni su

Il C.A.I. Centro Antiviolenza Italiano, che tutela uomini, donne e minori dalla violenza di genere e di ogni genere, porge al Questore di Matera, dottor Paolo Sirna, gli auguri per il nuovo incarico ricevuto, ringraziandolo pubblicamente per l’eccellenza del suo impegno e la professionalità del lavoro svolto sul territorio.

Vigile e attento al contrasto della criminalità organizzata, il dr. Sirna si è distinto per le molteplici operazioni di polizia, nonché per la sua sensibilità nell’affrontare quella che è una vera e propria piaga sociale: la violenza di genere. A conferma del suo impegno, vi sono gli ottimi risultati raggiunti su Matera e Provincia dal Progetto Camper “Questo non è amore”, finalizzato ad accogliere ed aiutare le donne vittime di violenza, e gli arresti eseguiti. Per non dimenticare la meticolosità e l’eccellenza con cui ha affrontato i molteplici eventi, tra cui il G7, o il Capodanno Rai, che si sono realizzati nella Capitale Europea della Cultura 2019 e in provincia, nonché quelli già pianificati per Matera 2019.

Tante le attestazioni di stima ed affetto ricevute dal Questore, durante la sua permanenza lucana: dal Premio ANDE come “Uomo dell’anno 2016 contro la violenza”, all’investitura della onorificenza di “Ambasciatore per la lotta alla violenza di genere”.

Il suo è stato un impegno serio e costante di un Uomo delle Istituzioni che non si è mai nascosto nell’ombra, né si è esposto per vanità, o per altro, ma che ha affrontato le mille sfaccettature della vita con dignità e coraggio. Un coraggio dignitoso e silenzioso che sarà sempre di grande esempio per tutti noi, e dovrebbe esserlo anche per chi ha impiegato il suo tempo ad oscurare la sua immagine. Una immagine che non sarà e non potrà essere offuscata, perché il Questore di Matera, Paolo Sirna, non è mai stato né un “traditore dello Stato”, né un “fautore di beceri clientelismi”. E, per quanto la ferocia di taluni disattenti si alimenti, per il momento, strumentalizzando a proprio piacimento il nome del Questore di Matera, noi esprimiamo la massima solidarietà al dr Paolo Sirna, per la gravità della violenza subita da persona innocente, non essendo mai stato indagato, né tantomeno rischiando di esserlo nell’inchiesta il Suggello di cui è invece capro espiatorio. “C’è una strada che, se la scegli, ti conduce in tutte le direzioni: il rispetto”. Il Questore di Matera l’ha percorsa tutta.

Avvocato Ivana Giudice, presidente Cai-Centro Antiviolenza Matera

Più informazioni su