Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Riparto fondo sanitario Nazionale, “difendiamo la sanità che funziona”

Uil Fpl: "Cadute le ragioni che fino ad oggi hanno osteggiato il riordino più complessivo del Sistema Sanitario sia all’interno delle Aziende che sul territorio"

Più informazioni su

La crescita della dotazione finanziaria per la sanità lucana di 29,426 milioni di euro, premia lo sforzo che l’intero sistema ha effettuato in questi anni per garantire il controllo della spesa, elemento fondamentale affinchè la Basilicata accedesse alla premialità.

Uno sforzo sopportato in particolare dagli operatori del Comparto e della Dirigenza che hanno sostenuto il peso maggiore in termini di prestazioni professionali dovute alla carenza di personale ed ai non ancora definiti nuovi assetti organizzativi che le Aziende dovranno mettere in campo.

La Uil Fpl, nell’apprezzare il lavoro effettuato dalla Regione all’interno della Conferenza Stato Regioni, ritiene tuttavia che siano cadute le ragioni che fino ad oggi hanno osteggiato il riordino più complessivo del Sistema Sanitario sia all’interno delle Aziende che sul territorio.

Chiede, pertanto, all’Assessore Franconi di procedere speditamente sul Piano socio Sanitario. E’ altresì necessario convocare le parti sociali per la definizione rapida per meglio definire tutte le problematiche connesse alla riorganizzazione della legge 12/2017, che ha messo in sicurezza tutti i presidi territoriali (Villa D’Agri, Melfi, Policoro, Pescopagano) dal punto di vista dell’equilibrio finanziario ma che necessitano di un forte impulso sul piano degli investimenti e delle allocazioni delle attività.

Come ha dimostrato l’affollata assemblea a cui la UIL FPL ha partecipato, tenutasi a Villa D’agri a difesa del Presidio Ospedaliero, è emerso che ai territori è necessario dare certezze sul mantenimento dei servizi e delle UU.OO, puntando anche sulla appropriatezza delle cure rafforzando soprattutto i servizi territoriali. Tutto questo al fine di consentire alle Aziende di adeguarsi alle esigenze di un sistema sanitario in continua trasformazione e che viene quotidianamente frammentato ed attaccato ingiustamente, creando ancora sempre più sfiducia nella collettività, ma che invece trova in se tante eccellenze della Dirigenza e del comparto che quotidianamente si adoperano per rendere efficiente ed efficace il Sistema Sanitario Regionale Lucano.

Più informazioni su