Quantcast

Stato di agitazione all’Asm, la replica dell’azienda: “a breve convocazione Delegazioni Trattanti della dirigenza e del comparto”

"Nel respingere ogni tentativo di strumentalizzare e riservandosi di rappresentare alle autorità competenti eventuali interferenze rispetto alle fasi di ripristino e normalizzazione della gestione aziendale"

Più informazioni su

In merito alle dichiarazioni di Ugl e Fials sullo stato di agitazione, apparse sulle testate giornalistiche TG3 Rai edizioni del 2.10.18 h.19.30 e 3.10.18 h.7.30, Basilicata24 del 2.10.2018 h.17.08 e Nuova del Sud edizione 3.10.2018 pag.21, si invita a pubblicare quanto segue con il medesimo rilievo di esposizione.

Dovrebbero essere ben note a Ugl e Fials le recenti vicende gravi e clamorose che hanno interessato l’Azienda Sanitaria di Matera e gli sforzi che sta facendo questa gestione Commissariale per ripristinare funzionalità amministrative e sanitarie, recuperare gravi ritardi accumulati in tutti i settori bloccati da tempo. Non sfuggirà inoltre che questa gestione commissariale non è ancora nelle piene possibilità operative a causa del necessario dispiego in corso della rotazione dirigenziale che ha interessato anche l’ufficio del personale, dovendo procedere con le misure conseguenti alle note vicende giudiziarie ed amministrative verificatesi e dovendo ancora condividere la Direzione Amministrativa con Arpab.

Ciò detto, nel rappresentare di aver appreso solo dalle testate giornalistiche dello stato di agitazione, questa Azienda procederà a breve alla convocazione delle Delegazioni Trattanti della dirigenza e del comparto, dovendo evidenziare che il nuovo CCNL del comparto è datato solo maggio 2018 e che non è ancora stato sottoscritto il nuovo CCNL della dirigenza dopo dieci anni di blocco della contrattazione.

Nel respingere ogni tentativo di strumentalizzare e riservandosi di rappresentare alle autorità competenti eventuali interferenze rispetto alle fasi di ripristino e normalizzazione della gestione aziendale, si conferma al Sig. Prefetto ed alle OOSS le piena disponibilità ad affrontare nei tempi dovuti tutte le problematiche più urgenti facendo appello allo spirito di partecipazione ed al senso di responsabilità dei lavoratori verso la propria Azienda e per l’adempimento dei propri doveri e funzioni nei confronti dell’utenza”.

Raffaele Giordano, Sub commissario con funzioni di Direttore amministrativo Asm

Domenico Addusi Direttore sanitario Asm

Giuseppe Montagano Commissario con poteri di direttore generale Asm

Più informazioni su