Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Elezioni regionali il 26 maggio: “A chi fa comodo e a chi no!”

Italia Madre Basilicata: "Nessuno ha il coraggio di mobilitarsi davvero"

Ancora 189 giorni di buio, ma vedremo l’alba? Il colpo di coda del governo regionale è arrivato di notte, al buio, quel buio nel quale sono precipitati i lucani per mano di questi avventati amministratori.
La data delle elezioni è stata fissata per il 26 maggio, ma se dai Pittella’s boys o da lady Franconi ci si poteva aspettare l’ennesimo vile attacco alla democrazia, la cosa che più di tutte stupisce è la flebile ed ipocrita protesta di tutte le forze politiche lucane.
Perché nessuno ha il coraggio di mobilitarsi davvero. Non ha senso organizzare sit-in che hanno il sapore dell’ennesima passerella per scattare selfie e gridare i soliti slogan al vento. Siamo seri, questi ulteriori 189 giorni non è forse vero che servono a tutti, da destra a sinistra, per poter completare le liste? Se si andasse al voto domani chi si presenterebbe?
Cari aspiranti consiglieri e presidenti è arrivata l’ora di mettere da parte il bastone per il selfie e cominciare a dare prova di maturità politica che tutti i lucani meritano. Motivi di opportunità e responsabilità avrebbero dovuto indurre questa Giunta alle dimissioni da tempo ed ulteriori motivi di responsabilità verso i lucani dovrebbero oggi indurre le “opposizioni” a creare una vera alternativa. La battaglia per la democrazia è una battaglia che non ha colore politico, uniamoci per rivendicare il diritto al voto, ma con i fatti altrimenti non si è credibili di fronte agli elettori.

Italia Madre Basilicata