Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Disoccupati organizzati Basilicata: “Il reddito minimo di inserimento sarà sostituito da quello di cittadinanza?”

Il gruppo chiede un incontro con i candidati presidente alla Regione alle prossime elezioni

I membri del gruppo “Disoccupati organizzati Basilicata”, molti dei quali beneficiari del Reddito minimo d’inserimento, sollevano domande sul reddito di cittadinanza e, per questa ragione, hanno deciso, confrontandosi, di chiedere un incontro con i candidati presidenti alla Regione alle prossime elezioni. 

Ricordiamo che la Regione il 9 giugno 2015 approva la D.G.R. n. 769 “Programma per un reddito minimo d’inserimento” e il 13 luglio 2015, pubblica sul bollettino ufficiale il 17 luglio 2015, la parte I: Avviso Pubblico – Selezione dei beneficiari del programma “reddito minimo d’inserimento” categoria A e B rispettivamente i fuoriusciti dalla platea dei lavoratori in mobilità in deroga che abbiano compiuto la maggiore età e hanno un ISEE inferiore a 15.500 euro e i disoccupati e/o inoccupati da almeno 24 mesi, ovvero siano disoccupati o inoccupati da almeno 12 mesi e soddisfano almeno una delle seguenti condizioni (non possedere un diploma di scuole media superiore o professionale, aver superato i 50 anni di età e appartenere a un nucleo familiare monoreddito) e l’ISEE non deve essere superiore a 9.000 euro annui. Successivamente si è stilata una graduatoria per le due categorie e grazie ai progetti realizzati dai vari Comuni gli inoccupati sono stati impegnati in attività sociali.

La categoria A è stata inserita in un progetto di attività di forestazione e per loro il problema parrebbe risolto. I beneficiari della categoria B, alcuni dei quali iscritti al gruppo Disoccupati organizzati Basilicata, si chiedono: “Verrà sostituito il RMI da quello di cittadinanza o ci sarà continuità dato che il progetto ha la durata di tre anni? L’indennità mensile del RMI crea reddito, se dovesse essere così quali parametri verranno adottati: i beneficiari saranno considerati come se avessero reddito zero ricevendo la cifra massima del reddito di cittadinanza o verranno penalizzati?

Il gruppo “Disoccupati organizzati Basilicata” nasce il 18 aprile 2015 sulla piattaforma Facebook. Raggruppa tutti i cittadini precari, disoccupati e non che lottano per le giustizie sociali. Chiunque può chiedere di farne parte. Rivendica il diritto di uguaglianza e di partecipazione, infatti, ha creato una comunità solida, legata da una stessa condizione, per far fronte agli interessi che li accumunano. La “battaglia” più importante è stata, sicuramente, quella del reddito minimo d’inserimento: tutti i membri del gruppo hanno manifestato davanti la Regione, il 30 giugno del 2015, chiedendo un incontro con il presidente Marcello Pittella, ottenendo così una maggiore tempistica della sua attuazione”.

Disoccupati Organizzati Basilicata per il Reddito di Dignità