Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Cosa portare in campeggio? Alcuni consigli per una vacanza senza sorprese

Più informazioni su

Negli ultimi anni, sempre più persone decidono di “disertare” hotel, Bed & Breakfast e case vacanze per trascorrere le ferie in campeggio. I motivi sono diversi: sia per risparmiare sulle spese di pernottamento, sia per concedersi uno stile di vacanza diverso, sicuramente più avventuroso ma non per questo meno rilassante. Il contatto con la natura che si vive in un campeggio, infatti, è una sensazione unica. E’ possibile fare escursioni, godere della tranquillità di posti isolati e immersi nel verde, condividere esperienze e risate con familiari e amici, e anche fare nuovo conoscenze. Naturalmente, prima di partire bisognerà attrezzarsi bene, per essere sicuri di avere tutto il necessario per trascorrere una vacanza in comodità e relax.

Il primo, indispensabile, elemento di una vacanza in campeggio è la tenda. Ce ne sono di tantissimi modelli e dimensioni: da quelle singole a quelle familiari, che anche nella forma ricorda una vera e propria casetta, con tanto di ambienti separati. Naturalmente, il consiglio è quello di non badare a spese per la tenda, assicurandosi di acquistarne una di buona qualità. Se non siete esperti nel montarla, non temete: alcuni modelli sono estremamente facili da metter su (alcuni addirittura si aprono da sole lanciandole in aria).

Per quanto la vostra tenda sia di alta qualità, dormire direttamente a contatto con il pavimento è decisamente scomodo. Ecco perché è bene procurarsi un materasso gonfiabile. Anche in questo caso, i modelli sono tanti e di diverse grandezze. Naturalmente, serviranno anche delle lenzuola, magari più d’una per non doverle lavare troppo spesso. Non può mancare poi un sacco a pelo: alcuni campeggiatori lo trovano molto più comodo del materasso per dormire, ma può anche essere usato da “rinforzo” in caso di freddo (soprattutto tenendo conto del fatto che il tempo, spesso, può essere totalmente imprevedibile).

Il campeggio è anche e soprattutto convivialità: ecco perché tavoli, sedie e sgabelli sono di primaria importanza, così da poter mangiare tutti insieme nel massimo della comodità. I modelli consigliati sono quelli di plastica, e rigorosamente pieghevoli. Occupano poco spazio, pesano poco, e li si può riporre facilmente una volta utilizzati. Date un’occhiata alla vasta scelta di sedie pieghevoli di Addnature, ad esempio, per trovare quelle che più vi piacciono (anche l’occhio vuole la sua parte).

Se volete risparmiare sul cibo, o se vi piace cucinare all’aria aperta, procuratevi un fornellino da campo: come precauzione, evitate semplicemente di utilizzarlo vicino alla tenda. Se avete molto spazio in auto potete anche portare con voi un barbecue, anche se molti campeggi sono già forniti di aree attrezzate in questo senso.

Stare per molto tempo all’aria aperta può avere i suoi lati negativi. Quindi non fate a meno di creme solari per le scottature, spray contro le punture di insetti e prodotti contro le allergie. Altrettanto importanti sono anche le torce elettriche da usare durante la notte, e caricabatterie per cellulare o per gli apparecchi elettronici che volete portare con voi. I più attrezzati potrebbero decidere di acquistare dei mini-generatori di corrente, soprattutto per i campeggi in famiglia o con molti amici.

Più informazioni su