Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Sblocco fondi europei per chi non rispetta l’austerity, Pedicini: “Vittoria storica del M5S in Europa”.

“Il ricatto dei fondi pendeva come la spada di Damocle sulle scelte del bilancio del nostro Paese"

Anche i Paesi che non rispettano i vincoli di bilancio, potranno continuare a usufruire dei fondi europei. Questo l’emendamento presentato dal M5S che il parlamento europeo ha approvato: una misura di austerità che avrebbe penalizzato i territori e le aree più in difficoltà e che hanno più bisogno della politica di coesione.

Nel caso di specie, le Regioni del Sud. In questo modo si è riusciti a scongiurare che venissero bloccate o tagliate le risorse che servono allo sviluppo delle periferie dell’Europa, nei fatti quelle aree che necessitano di una spinta propulsiva ulteriore.

“E’ una vittoria storica” commenta l’eurodeputato e portavoce M5S Piernicola Pedicini. “Il ricatto dei fondi pendeva come la spada di Damocle sulle scelte del bilancio del nostro Paese. Oggi, con l’approvazione di questo emendamento dimostriamo due verità: la prima è che in Europa le forze politiche possono essere incisive e agire in nome dell’interesse collettivo.

La seconda, forse ancora più importante, è che insieme possiamo cambiare l’Europa. Ma bisogna scegliere i giusti rappresentanti. Mai più politici che riscaldano le poltrone in Parlamento. Con il M5S -conclude Pedicini-stiamo rivoluzionando, a piccoli passi, anche l’Europa”.