Salviamo Patrick: a Rionero e Melfi artisti in scena per raccogliere fondi

Due eventi per il giovane colpito da tumore legato alla Basilicata attraverso la sua compagna rionerese

Più informazioni su

Rionero e Melfi gemellate nella solidarietà: due eventi dedicati a un’unica nobile causa, due comunità che si muovono con un unico cuore per salvare Patrick, il ragazzo di origine polacca, residente a Bologna e legato alla Basilicata grazie alla sua compagna Luciana Grieco di Rionero in Vulture, colpito da un tumore maligno al colon.

Due raccolte fondi parallele si terranno in due serate organizzate nella città fortunatiana e federiciana: dalle ore 20 del 9 marzo, al Centro Sociale di Rionero, si esibiranno l’Associazione Brigantango, il gruppo teatrale I Tremendi, la maestra di canto Annamaria Rigillo e suoi allievi della scuola di musica Orsomando, il mago Paolo Lepore, l’attore Enzo Alfano e i musicisti Tony Young e gli Effetti Collaterali.

Contemporaneamente, nella Sala del Trono del Castello di Melfi con inizio sempre alle ore 20, l’Orchestra del Conservatorio di Bolzano, il Coro del Liceo Musicale “W. Gropius”, diretti dal Maestro Emir Saul, metteranno in scena il racconto del capolavoro di Mozart “Il Flauto Magico”.

Un doppio appuntamento dedicato a Patrick che ha sempre più urgente d’aiuto: dopo svariate cure di tipo chemioterapico che non hanno dato i risultati desiderati, l’unica speranza di sopravvivenza potrebbe arrivare sottoponendosi a dei protocolli sperimentali presso una clinica di Philadelphia negli Stati Uniti. Le cure sono costose e l’Italia intera si è mobilitata per Patrick affinché possa raggiungere l’obiettivo di raccolta di 500mila euro per accedere a questi protocolli.

Attraverso la pagina ufficiale “Salviamo Patrick”, Luciana ha informato che la raccolta, grazie anche alle donazioni su Go Found Me, Paypal e sul conto dedicato, è arrivato al giro di boa. Ma non basta e il tempo a disposizione è sempre più risicato. Chi non potrà donare direttamente durante le due serate, potrà collegarsi alla pagina facebook “Salviamo Patrick” e scegliere la modalità di pagamento più semplice per far arrivare il proprio supporto.

Più informazioni su