Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Picchia convivente e rompe il naso al figlio, arrestato

La Polizia ha fermato l'escalation di violenza

Nel corso di una lite in famiglia un 38enne ha aggredito la propria convivente colpendola con il bastone telescopico di metallo strappato dalla tenda di arredo del soggiorno.

Poi ha spintonato violentemente il figlio sedicenne che aveva cercato di separare i genitori e, dopo aver prelevato dal ripostiglio una pistola per l’erogazione del silicone, l’ha scagliata con forza contro il ragazzo provocandogli una vistosa ferita in pieno volto.

A fermare l’escalation di violenza sono stati gli aenti della Volante intervenuti dopo la segnalazione pervenuta al 113. Entrati in casa, hanno trovato varie suppellettili in frantumi disseminati sul pavimento e tutto a soqquadro. Hanno quindi richiesto l’intervento del 118, così madre e figlio sono stati trasportati al Pronto Soccorso per le ferite riportate. Il responso dei sanitari è stato: 30 giorni di prognosi al ragazzo, che ha riportato la frattura delle ossa nasali, e 5 giorni alla donna.

L’uomo, che già era sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per una vicenda di droga, è stato arrestato in flagranza di reato e condotto nella casa circondariale di Matera.