Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Disastro ambientale in Val d’Agri, il Riesame dice sì all’arresto di altri due dirigenti Eni foto

Accolto il ricorso della Procura contro il rigetto del gip dell'ordinanza di custodia cautelare per Gheller e Palma

Torna alla ribalta delle cronache l’inchiesta per disastro ambientale in Val d’Agri che lo scorso 23 aprile aveva portato agli arresti domiciliari di Enrico Trovato, dirigente Eni, e alla misura della interdizione dai pubblici uffici per cinque membri del Comitato tecnico regionale.

Il Tribunale del Riesame di Potenza ha infatti accolto il ricorso della Procur- titolare dell’indagine il pm Laura Triassi-che aveva chiesto l’arresto ai domiciliari di Ruggero Gheller e Andrea Palma nell’ambito della stessa inchiesta.

La richiesta di arresto di Gheller (responsabile del Distretto Meridionale dell’Eni dal 2011 a luglio 2013 e Palma (operation manager del distretto meridionale Eni da febbraio 2011 a luglio 2013) fu rigettata dal gip Ida Iura per un cavillo tecnico che riguardava la data dell’entrata in vigore, nel 2015, del reato di disastro ambientale, prima di quella data qualificato come “disastro immotivato”.

Le motivazione della sentenza saranno deposistate enrto 45 giorni. I legali di Gheller e Palma avranno poi un termine di dieci giorni per ricorrere alla Cassazione contro la decisione del tribunale del Riesame.