Riduzione delle tasse, assistenza e sanità, la mobilitazione dei pensionati Cgil

In vista della mobilitazione che si terrà a Roma il 1 giugno

Più informazioni su

Una delegazione del sindacato dei pensionati della Basilicata, insieme al segretario regionale Spi Cgil Basilicata Nicola Allegretti e dei due segretari provinciali Spi Cgil Potenza e Spi Cgil Matera rispettivamente Pasquale Paolino e Angelo Vaccaro, ha partecipato all’assemblea unitaria indetta a Napoli dai sindacati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil in vista della manifestazione nazionale che si terrà il 1 giugno a Roma in piazza San Giovanni. All’assemblea è intervenuto il segretario nazionale Spi Cgil Raffaele Atti.

La manifestazione sarà il traguardo finale di un percorso di mobilitazione che avuto inizio il 9 maggio con le tre grandi assemblee unitarie che si sono svolte contemporaneamente a Napoli, Roma e Padova. Attesi milioni di pensionati il 1 giugno a Roma per esprimere la propria insofferenza e insoddisfazione nei confronti delle politiche adottate finora dal governo, che hanno penalizzato ancora una volta le persone anziane.

Nonostante i molteplici appelli rivolti alle forze politiche che governano il Paese con l’obiettivo di trovare insieme delle misure che potessero andare incontro alle esigenze dei pensionati, l’unica decisione adottata dal governo è stata quella del taglio della rivalutazione, alla quale si aggiungerà un corposo conguaglio che i pensionati dovranno restituire nei prossimi mesi.

I pensionati chiedono la riduzione delle tasse sulle pensioni che risultano essere le più alte d’Europa e una sanità che risponda realmente alle esigenze dei pensionati, con interventi e risorse maggiori da destinare all’assistenza e alla non autosufficienza. Richieste che il governo non ha voluto ascoltare, rimanendo indifferente di fronte a temi di straordinaria rilevanza per la vita delle persone anziane e delle loro famiglie.

Di fronte a tale silenzio è necessario avviare una grande mobilitazione unitaria per impedire che si continui con politiche sbagliate che danneggiano ulteriormente la condizione di vita già difficile dei pensionati.

Spi Cgil Basilicata

Più informazioni su